TENSIONE ALL’AVIO, DIPENDENTI SUL PIEDE DI GUERRA

Gli operai verrano riassunti tutti dalla vecchia società ma nessuna sicurezza per i diritti acquisiti. E’ quanto emerso in estrema sintesi dall’incontro tra le parti dopo che l’azienda ha aperto la mobilità per 208 dipendenti Avio. L’incontro è stato aggiornato a martedì ma la protesta è vicina. “Tutto doveva essere un semplice passaggio da una società a un’altra – ha detto Vincenzo Quaranta della Fiom Cgil – e invece ora si toccano i diritti acquisiti. Ci aspettiamo risposte definitive”. Anche perchè resta da chiarire la mobilità aperta per trentanove dipendenti dell’Afer oltre i ritardi sul pagamento degli stipendi.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Mobilità per trentanove dipendenti Afer, ex Rail Interiors – 4 maggio -)

***ARTICOLO CORRELATO*** (Avio, mobilità per 208 dipendenti – 12 maggio -)

You must be logged in to post a comment Login

h24Social