DENUNCIA UNA RAPINA PER APPIANARE I DEBITI DI GIOCO, SCOPERTO DAI CARABINIERI… E NON E’ IL PRIMO CASO

La sede della compagnia carabinieri di Formia

Denunciato il 25enne, D.A., titolare di un punto scommesse a Formia. I carabinieri della compagnia di Formia, infatti, nella giornata di ieri,dopo tempestivi accertamenti, lo hanno denunciato per avere fintamente simulazione di reato. Nella giornata di ieri, infatti, si era presentato presso gli uffici della locale stazione denunciando di aver subito giorni addietro una rapina a mano armata, per 11.200 euro, da parte di malviventi nella zona del fiume Garigliano, già in località di Sessa Aurunca, pari alla somma di quasi dodicimila euro. L’astuzia dei militari operanti ha permesso però di appurare in maniera rapida che il racconto del giovane era pieno di lacune e contraddizioni, finchè incalzato da una serie di domande il falso rapinato non è crollato dicendo di essersi inventato tutta la storia della rapina. Non è la prima volta che i militari della Compagnia di Formia, si trovano di fronte a denuncie di rapine, che poi risultano essere inventate dalle false vittime per sopperire a debiti di gioco. Solo un mese fa, infatti, sempre i militari della locale Stazione avevano deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria un ragazzo, gestore di una sala giochi, che aveva denunciato nella notte di essere stato chiuso a  chiave in una stanza e rapinato dell’incasso della giornata. Anche in quel caso il reato era stato inventato per cercare di coprire degli ammanchi di denaro sperperati per giocare alle slot machines.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social