FORMIA, I DUE CENTRI DIURNI PER DISABILI VERRANO UNIFICATI

Importante seduta di commissione sui servizi sociali a Formia per trattare la presentazione di progetti e finanziamenti regionali in materia di politiche sociali in previsione della scadenza fissata al 30 giugno. “Proprio per razionalizzare e coordinare al meglio la organizzazione e il funzionamento delle strutture per l’assistenza ai disabili – ha dichiarato il presidente Di Rocco -, è stata avanzata e discussa la proposta di creare un A.T.I che potesse raggruppare i due centri diurni per disabili in un unico grande centro. Una soluzione, sostenuta anche dall’assessore Treglia, che consentirebbe di sviluppare progetti unitari e condivisi  attraverso un accredito diretto con l’assessorato regionale alle politiche sociali e della famiglia. Questa operazione consentirebbe inoltre di poter partecipare a bandi su scala regionale  e beneficiare di fondi mirati visto che  le casse del bilancio comunale allo stato attuale non dispongono di sufficienti risorse per far fronte a tutte le attività dei due centri diurni per disabili. La proposta è stata accolta favorevolmente dai due presidenti dei centri, Mario Buceti dell’associazione L’Aquilone e Filomena Villa dell’associazione “A.F.D.F”. La opportunità di fondere i due centri in un unico centro diurno consente – secondo Di Rocco –  di pianificare interventi in grado di beneficiare risorse e finanziamenti regionali sulla base di una efficiente organizzazione e programmazione”. Durante la riunione, inoltre, si è discusso, e approvato, anche della sistemazione delle rampe di accesso al mare per i diversamente abili al fine di migliorarne la fruibilità e sanare nello stesso tempo le criticità e difficoltà  riscontrate sul litorale di levante Gianola-Santo Janni e quello di ponente Vindicio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
.uffa { text-align: center; } .inner { display:inline-block; }