CONTRASTO ALL’IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, QUATTRO MOTOVODETTE DA GAETA ALLA TUNISIA

Le quattro motovedette consegnate alla Tunisia e costruite a Gaeta

Quattro nuovissime motovedette classe 700 costruite dai cantieri del Golfo di Gaeta per un costo complessivo di un milione e 100mila euro ciascuna sono state consegnate  nel porto di Civitavecchia, dal governo italiano alla Repubblica di Tunisia. La consegna è avvenuta alla presenza del ministro dell’Interno, Roberto Maroni, e di quello della Tunisia Habib Essid. Le motovedette rientrano negli accordi stipulati a Tunisi il 5 aprile scorso e rappresentano solo l’inizio di una serie di contributi che l’Italia darà a Tunisi per il contrasto all’immigrazione clandestina e che prevede, entro pochi mesi, il ripristino e la consegna di 4 imbarcazioni d’altura di 17 metri già in uso alla Guardia nazionale tunisina. Nel corso della cerimonia di Civitavecchia e’ stato ricordato, tra l’altro, che l’Italia ha gia’ donato alla Tunisia materiali di vario genere come 60 pc, 10 scanner, 20 metal detector portatili, 28 fuoristrada e 10 motori fuoribordo.

Il ministro Roberto Maroni

“Le motovedette – ha spiegato Maroni -, saranno, sin da subito, sotto la responsabilita diretta della Guardia nazionale tunisina e non prevedendo equipaggi misti, così come avvenuto, invece, per gli accordi con la Libia”.

Le motovedette classe 700 sono state studiate per effettuare operazioni di pattugliamento in mare, vigilanza ed assistenza ma anche operazioni di polizia e di soccorso. Sono dotate di nuovissimi strumenti anche all’infrarosso per operare in condizioni di scarsa visibilità. A bordo anche una telecamera in grado di individuare un uomo in mare a 6 miglia e una piccola imbarcazione a 25.

Anche i motori sono di ultima generazione e consentono una permanenza in mare e una autonomia anche di tre giorni.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social