DEPREDAVA I PAZIENTI RICOVERATI AL DONO SVIZZERO, LA POLIZIA ARRESTA UN 37ENNE

AGGIORNAMENTO – Rubava portafogli ed effetti personali ai pazienti ricoverati all’ospedale Dono Svizzero di Formia ma anche un’autovettura all’ospedale di Gaeta. Con l’accusa di furto aggravato, gli agenti del commissariato di Formia hanno tratto in arresto il 37enne genovese Stefano Boleto. A incastrarlo ieri pomeriggio intorno alle 18 sono stati proprio i degenti del nosocomio formiano che, accortisi dei furti subiti, almeno sei i colpi messi a segno, avevano presentato denuncia riconoscendolo poi, attraverso un identikit elaborato dagli agenti coordinati dal vice questore Paolo Di Francia, mentre si ancora si aggirava tra i reparti. L’uomo, gravato da un’ordine di carcerazione per analoghi reati contro il patrimonio emesso nei giorni scorsi dal Tribunale di Ganova, deve scontare un anno e sei mesi di detenzione. Attualmente è detenuto presso la casa circondariale di Latina.

***Nella mattinata di oggi si è appurato che l’uomo si era reso responsabile di un ulteriore furto di autovettura presso l’ospedale di Gaeta. Nella circostanza, denunciata il 4 maggio scorso,  si era impossessato delle chiavi della macchina custodite in una borsa di una donna che era andata a visitare un parente malato. Approfittando della situazione si era appropriato anche di una Opel Corsa parcheggiata  nei pressi dell’Ospedale.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social