“LE BARRIERE NON ERANO ADEGUATE”, MAXI RISARCIMENTO PER IL FIGLIO DI OLFERINO SEPE

Il Comune di Terracina e la ditta Lg Costruzioni sono stati condannati a pagare 750mila euro a David Sepe. Il padre Olferino, nel marzo del 1998 in via Ponte Rosso, perdeva il controllo della propria autovettura, urtava il guard rail e precipitava nel canale Pio VI dove moriva affogato. Tredici anni dopo il giudice Franco Catracchia, presso il Tribunale di Terracina, ha riconosciuto al figlio David, difeso dall’avvocato Gianluca Rossi, il suo diritto al risarcimento per la perdita del padre. “Inidoneità e inadeguatezza delle barriere protettive che non hanno efficacemente svolto il loro compito di contenimento del veicolo” si legge nella sentenza da cui l’accoglimento del risarcimento.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social