FAZZONE: “OK ALLA DIA MA VELTRONI STRUMENTALIZZA”

Il senatore Claudio Fazzone

Immediate alle affermazione sulla presenza della criminalità organizzata in provincia di Latina, giunge la precisazionedel senatore Claudio Fazzone: “L’esigenza di un rafforzamento in termini di organico delle forze dell’ordine in provincia di Latina è senz’altro condivisibile, e anche l’istituzione di una sede della Dia è una proposta che qualsiasi territorio dovrebbe accogliere con favore come presidio contro il pericolo di presenze malavitose che in ogni parte d’Italia cercano di attecchire”. Aggiunge: “Peccato però che ancora una volta, e come sempre puntualmente in campagna elettorale, dalle parole di Veltroni traspaia una rappresentazione lontana dalla realtà e una chiara strumentalizzazione politica, dimostrata dal fatto che egli ha menzionato la città di Fondi a proposito di un grave episodio che condanniamo con forza ma che ha avuto luogo in un altro comune. Non bisogna mai abbassare la guardia di fronte al rischio di infiltrazioni criminali sul territorio, ma è difficile leggere la buona fede nelle parole di un esponente politico che parla di ‘mancato impegno dello Statò di fronte a una stagione di successi nella lotta alla mafia e alla camorra che non ha precedenti nella storia della Repubblica”. “Se è di intrecci – prosegue Fazzone – fra crimine e politica che Veltroni va in cerca, dovrebbe guardare altrove e non certo in provincia di Latina. Altrimenti, riferisca fatti e circostanze. Per il resto, nessuna zona del Paese è immune dal tentativo della criminalità organizzata di mettere radici, ma basta leggere le stesse relazioni dell’Antimafia e i dati reali sui reati commessi per rendersi conto di quanto sia strumentale e fuorviante l’immagine che l’ex segretario del Pd dà della provincia pontina”.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social