POZZI GINORI, ACQUAVIVA: “RESPONSABILITA’ DEL ‘TRACOLLO’ RIORGANIZZATIVO NON SONO DEI LAVORATORI”

“Assistiamo alla continua ristrutturazione dello stabilimento unilateralmente per cui le responsabilità del “tracollo” riorganizzativo della Pozzi Ginori di Gaeta non possono essere attribuito alle maestranze”. Lo afferma il delegato aziendale Maurizio Acquaviva, che pure si dice a disposizione per un incontro, riferendo le ultime dichiarazioni del direttore dello stabilimento nell’ultimo incontro tenutosi quando, riferisce il delegato aziendale, così si esprimeva: “non si evidenzia consapevolezza della gravità della situazione. Uno stabilimento così non può sopravvivere. Lo stabilimento non può reggere con questo livello d’inefficienza. …”. Sottolinea Acquaviva: “Prendiamo atto di quanto dichiara ma vorremmo ricordarle che con un nostro comunicato abbiamo chiesto un incontro per discutere come affrontare tale emergenza (se di emergenza si può parlare): è stato totalmente ignorato come pure il Diritto Sindacale, dove recita: “la legge espressamente prevede che spetti alle rappresentanze sindacali aziendali valutare i casi e i modi nei quali sia consentito al datore di lavoro di far prevalere le esigenze organizzative e produttive, ovvero le esigenze di salvaguardia del patrimonio aziendale della sicurezza del lavoro, sull’interesse dei lavoratori alla riservatezza e alla dignità personale” “.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social