OPERAZIONE TOCCATA E FUGA, QUATTRO IN MANETTE

Associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti. Con questa accusa sono finiti in manette i componenti di una banda di campani che per anni ha messo a segno colpi in tutta la penisola non ultima la provincia Latina. “Toccata e fuga” il nome dell’operazione messa a segno dai carabinieri del Nucleo investigativo di Campobasso. Quattro gli arresti eseguiti: un 50enne, T.P, un 61enne, M.S., un 62enne, E.L.M., un 59enne, C.V.. I fermi sono stati eseguiti ad Afragola, Brusiano e Napoli. Il nome dell’operazione nasce dal modus operandi dei malviventi che si recavano nelle varie città prese di mira, svaligiavano importanti negozi approfittando dell’ora di pausa per il pranzo, quando i proprietari si limitavano a chiudere la porta di ingresso senza abbassare la serranda oppure senza inserire l’allarme, e poi facevano subito rientro in Campania. “Ad ogni colpo – hanno spiegato i carabinieri nel corso di una conferenza stampa – prendevano parte almeno tre persone: una per fare il palo e per segnalare eventuali arrivi indesiderati, e le altre per rubare nelle attività commerciali tutta la merce possibile”. Gli obiettivi erano soprattutto gioiellerie, negozi di ottica, di abbigliamento, calzature, strumenti musicali e altro. Tra le province colpite, oltre Latina, Napoli, Salerno, Latina, Frosinone e Cosenza. Le misure cautelari emesse dal Gip di Campobasso Teresina Pepe – i quattro finiti in manette sono stati rinchiusi nel carcere di Poggioreale – riguardano i furti messi a segno in Molise, ma nelle indagini sono coinvolti anche altri indagati le cui posizioni sono state stralciate per essere inviate alle procure competenti per territorio.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social