RAPINA ALLA TABACCHERIA IN VIA ANXUR. PRESO UNO DEI MALVIVENTI

A seguito di attività infoinvestigativa, il Commissariato P.S. di Terracina giungeva all’identificazione con conseguente esecuzione di ordine di arresto, di uno dei  rapinatori che in data 18 gennaio scorso avevano rapinato la tabaccheria di  via Anxur riuscendo a portar via circa 300 euro in contanti.
I fatti si erano svolti  nella tarda serata, quando cinque rapinatori col volto coperto avevano fatto irruzione nell’esercizio commerciale, dove si trovavano la proprietaria e la figlia, e minacciando le donne con un coltello, cercavano di aprire la cassa senza però riuscirvi. Inoltre spruzzavano sul volto delle donne, che venivano colte di sorpresa, uno spray urticante per minorarne la possibile difesa.
Infine, arraffati circa 300 euro e numerosi biglietti “gratta e vinci”, fuggivano a piedi nei vicoli del centro storico. Unico indizio utile alle indagini era l’accento straniero dei Paesi dell’Est con il quale avevano intimato di consegnare tutti i soldi disponibili.
Le verifiche di polizia scientifica immediatamente eseguite consentivano di rilevare svariate impronte digitali, non riconducili però unicamente ai rapinatori; tuttavia un accurato lavoro di selezione di quanto eventualmente utile alle indagini insieme ad una approfondita ricerca negli ambienti dei pregiudicati stranieri consentivano di identificare almeno uno dei rapinatori.
Trattasi di S.C. , venticinquenne rumeno, già pregiudicato per la commissione di analoghe rapine in Toscana che, pertanto, è stato tratto in arresto con l’accusa di rapina aggravata e porto abusivo d’armi.
Si sta attualmente cercando di verificare se il rumeno possa aver compiuto l’analoga rapina tentata in un bar  pochi giorni dopo quella della tabaccheria.

Comments are closed.

h24Social