FORLI’ ATTENDE QUESTA SERA L’ANDREOLI

È di scena questa sera la 24ma giornata della Serie A1 Sustenium. Alle 18 al Palacredito di Forlì, dove nel 2009 l’Andreoli vinse la Coppa Italia di A2, c’è la sfida con la Yoga Forlì dell’ex Piero Molducci. La formazione romagnola è già retrocessa, avendo 10 punti con tre giornate da giocare. Ma proprio da quando la matematica gli ha escluso le ultime speranze, ha incominciato a fare punti e viene tra tre tiebreak (perso con Vibo, vinto a Monza e perso a Verona). Molducci in queste ultime gare ha proposto Sintini al palleggio e Falasca opposto, Ainsworth e Oivanen al centro, Toni Kovacevic e Caldeira di banda, De Pandis libero. La Top Volley proviene dalla sconfitta in casa con Monza e dalla trasferta vittoriosa a Treviso in tre set. Medei recupera Pieri che nell’ultima gara è stato sostituito da Cortina. Quindi può schierare la formazione tipo con le diagonali Sottile-Starovic, Kohut-Spairani, Vujevic-Kovacevic e Pieri libero. Oltre al tecnico Piero Moducci a Latina tre stagioni dal 2001 al 2004, gli altri ex sono Joel Bacci (1998-99 in A2) e Toni Kovacevic (2008-09 in A2), per quanto riguarda i precedenti, in A1 si sono incontrati solo tre volte, con la doppia vittoria dell’Andreoli lo scorso anno e la sconfitta casalinga nel girone di andata.

Sarà possibile seguire la radiocronaca integrale trasmessa in diretta come sempre da Radio Antenne Erreci, che diffonde il suo segnale sulla frequenza FM 97.300 MHz e sul sito www.radioantenne.it. Lazio TV Sport trasmetterà l’incontro lunedì in seconda serata, circa le 22.45, con varie repliche nel corso della settimana.

Gianrio Falivene: “Per quanto non sarà facile, sono quelle partite da vincere a tutti i costi dato che ci siamo auto complicati la vita. A questo punto del campionato c’è chi si gioca lo scudetto, per noi questa è la nostra finale. Meno male che Roma ha vinto così, chi non lo sapeva deve prendere atto che ognuno deve pensare a conquistarsi le cose da sè, senza fare i conti sugli altri”.

Roberto Rondoni: “Siamo arrivati alla partita decisiva, sarà molto delicata, non facile sia dal punto di vista psicologico che dal punto di vista tecnico dato che Forlì ora sta giocando un’altra pallavolo da quanto è matematicamente retrocesso. Forlì è un campo che ci ricorda la conquista della Coppa Italia di A2, dobbiamo fare bene come allora”.

Giacomo Sintini: “Il punto a Verona dopo la vittoria di Monza dimostra che siamo vivi. Va bene, sono contento per quello che la squadra è riuscita a fare da quando sono arrivato. Tutti ci alleniamo sempre con grande attenzione, siamo cresciuti in ricezione e nella correlazione muro-difesa. Adesso con Latina è l’occasione per fare qualche altro punto, ci teniamo molto anche per il nostro pubblico, che comunque non ha mai smesso di seguirci”.

Comments are closed.

h24Social