A FORMIA PRESTO TRE NUOVI AUTOVELOX

L’assessore alla Viabilità, avv. Pasquale Cardillo Cupo, al fine di rendere di agevole comprensione per tutta la cittadinanza le novità che in questi mesi hanno investito le apparecchiature autovelox ed evitare di cogliere di sorpresa i cittadini, comunica ufficialmente che la giunta comunale ha approvato nell’ultima seduta una delibera per l’istituzione del servizio di rilevazione delle infrazioni al codice della strada e relativo noleggio delle apparecchiature.

Un atto dovuto tenuto conto dell’entrata in vigore della legge n. 120 del 29 luglio 2010, in vigore dal 13 agosto 2010, che introduce il decreto «sulle modalità ed uso dei dispositivi o mezzi tecnici di controllo, finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni delle norme di comportamento di cui all’art.142 del decreto legislativo n. 285 del 1992, che stabilisce che fuori dai centri abitati non possono comunque essere utilizzati o installati ad una distanza inferiore ad un chilometro dal segnale che impone il limite di velocità».

Al fine di ottemperare alla nuova normativa e nel rispetto dei diritti dei cittadini, l’Amministrazione presieduta dal sindaco Michele Forte ha provveduto sin dal mese di agosto 2010 alla totale disattivazione dell’apparecchiatura di rilevazione automatica delle infrazioni al codice della strada sita in Variante Appia al km. 4+920, in direzione Napoli-Roma all’altezza dell’impianto semaforico collocato in prossimità del centro commerciale Itaca; ciò in quanto il primo segnale di limite di velocità a 50 km. si trovava a 800 metri circa dal punto di rilevamento installato all’incrocio semaforico, mentre rimanevano attivate le altre quattro apparecchiature perché posizionate ad 1 km. dal segnale che impone il limite di velocità.

La successiva circolare del Ministero dell’Interno del 29 dicembre 2010 al punto 3 specificava che al di fuori dai centri abitati era possibile collocare i dispositivi di controllo della velocità ad almeno 1 km dal segnale indicante il limite massimo di velocità. Con ulteriore circolare del Ministero delle Infrastrutture n. 109 del 13 gennaio 2011 veniva chiarito che «i rivelatori fuori dai centri abitati non possono comunque essere utilizzati o installati ad una distanza inferiore ad un chilometro dal segnale che impone il limite di velocità». In questo caso l’ultimo segnale incontrato dall’utente della strada è quello al quale fare riferimento per calcolare la distanza di 1 chilometro a meno che non si tratti di una mera ripetizione di un segnale precedente lungo un tratto in cui non vi siano inserzioni.

Il riferimento è stato da subito ritenuto dall’Amministrazione di Formia assai rilevante ed importante in quanto il segnale posto dopo l’intersezione deve garantire agli utenti la prescritta distanza così da preavvisare l’automobilista per tempo.

In base e nel rispetto di queste normative si è quindi provveduto alla disattivazione di n. 3 apparecchiature di rilevazione automatica delle infrazioni, facendo restare attiva una sola postazione sita all’incrocio semaforico Via Appia-Via Alcide De Gasperi , in attesa del parere di merito della Polstrada di Latina, organo deputato al coordinamento e controllo del servizio di rilevazione.

La giunta, nel prendere atto delle nuove normative in materia e condividendo la necessità di tutelare i diritti e gli interessi di tutti i cittadini, ha deliberato di istituire n. 1 servizio di rilevazione automatica delle infrazioni in Via Appia lato Napoli nella direzione Formia-Itri e installare n. 1 autovelox sulla S.S. Variante Formia-Garigliano dal km. 0+000 al km. 0+ 800 direzione Roma-Napoli e n, 1 autovelox direzione Napoli-Roma e SS 630 in località Penitro con il rispetto di tutte le disposizioni normative, circolari comprese.

Comments are closed.

h24Social