OPERAZIONE “U CINESE”. ARRESTI ANCHE A TERRACINA

Stroncata dai carabinieri un’organizzazione dedita al traffico ed allo spaccio di hascisc nel catanzarese. Gli arresti, disposti dal gip di Catanzaro su richiesta della Dda, sono stati eseguiti questa mattina nei confronti di 15 persone sparsi tra la Calabria, Napoli, Roma e Latina. All’operazione denominata “U Cinese” hanno partecipato oltre 130 Carabinieri. Gli arrestati sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio di sostanze stupefacenti. In provincia di Latina tre sono gli arrestati, tutti originari di Napoli ma residenti a Terracina, si tratta di Biagio Chianese 39 anni, vigile del fuoco,  la moglie, Ida Pirozzi 37, e G. F. 38enne.

Nel corso delle indagini, in cinque distinte operazioni, i carabinieri hanno sequestrato oltre 100 chili di hascish. Secondo l’accusa, gli arrestati erano parte integrante di due gruppi che si rifornivano di droga in Campania. Nel corso dell’operazione sono state rinvenute 4 pistole, 11mila euro in contanti e sei kg di marijuana. Secondo quanto emerso i due pontini insieme ad altre due persone di Catanzaro-anch’esse arrestate-  si incontravano frequentemente  per definire i dettagli e le modalità dei viaggi. Quindi si rivolgevano a due carrozzieri compiacenti che nascondevano l’hascish nelle auto. In una occasione la droga è stata trovata nascosta in un finto serbatoio per gas gpl.

La rete copriva la fornitura di droga nell’area catanzarese, napoletana e del basso Lazio.

Comments are closed.

h24Social