GAETA: NO AL NUCLEARE, APPROVATO ODG DAL CONSIGLIO

È stato approvato quasi all’unanimità dei presenti (Gallinaro unico astenuto) l’ordine del giorno presentato dal Sindaco sulla problematica del nucleare.

“È stata una vittoria del Consiglio Comunale che ha saputo superare le differenze partitiche e trovare l’accordo su un tema sentito e delicato come questo. La massima assise civica ha interpretato bene il sentire comune della maggioranza dei cittadini, preoccupata dell’incidenza che gli impianti del Garigliano e di Borgo Sabotino possono avere sul territorio del Golfo. Il Comune di Gaeta, ente capofila del sud pontino, si è inserita nella scia di Castelforte, Spigno Saturnia e Santi Cosma e Damiano che hanno già fatto questa scelta – dichiara il Sindaco Raimondi – Una scelta che è frutto di un percorso iniziato il 26 gennaio nell’aula consiliare di questo comune dove i sindaci del sud pontino hanno trovato un primo accordo su un documento congiunto che, una volta integrato e migliorato, è stato inviato al sindaco di Sessa Aurunca che ha apprezzato il coinvolgimento. Il 9 marzo il sud pontino e l’alto casertano si sono scambiati i documenti redatti dai rispettivi comprensori dal quale ne è scaturito uno solo che ha costituito la base per gli ordini del giorno approvati nei vari comuni”.

“Sono molto soddisfatto che questa iniziativa sia finalmente arrivata all’attenzione del Consiglio Comunale di Gaeta e che sia passata praticamente all’unanimità. Nel corso di questi mesi, altri consiglieri avevano manifestato la volontà di discutere in consiglio un simile ordine del giorno e hanno avuto l’intelligenza politica e il rispetto istituzionale per capire che l’atto approvato ieri dal consiglio si pone al di là degli schieramenti – prosegue Raimondi – Anche Gaeta, quindi, afferma la sua contrarietà al nucleare che ha già arrecato molti danni al Golfo come testimoniato dalla lunga battaglia dell’avvocato Tibaldi che fino alla morte non ha mai smesso di denunciare i rischi e i pericoli della centrale del Garigliano”.

Comments are closed.

h24Social