IL COMMISSARIO ASL INCONTRA IL SINDACO DI FONDI

Nella mattinata di oggi il Commissario straordinario della ASL di Latina Renato Sponzilli ha incontrato presso la Casa comunale il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo.
Il colloquio ha rappresentato la prima occasione per affrontare in concreto le questioni attinenti alla realtà sanitaria della  città.
Il Sindaco ha avuto modo di rappresentare le criticità esistenti ed il Commissario, nel prendere atto delle stesse, ha confermato la propria piena disponibilità a collaborare per iniziare ad affrontare e risolvere nel più breve tempo possibile le problematiche riscontrate.
Per una più approfondita presa d’atto delle questioni sollevate dal Sindaco De Meo, essi si sono recati presso l’Ospedale San Giovanni di Dio, dove hanno visitato i vari reparti, accompagnati dal Direttore Sanitario dott. Sergio Parrocchia e dai dirigenti della struttura. In particolare il Sindaco ha voluto che il Commissario visitasse i reparti di ginecologia-pediatria e chirurgia, recandosi altresì presso i locali della terapia intensiva post-operatoria, il cui funzionamento è stato interrotto da circa due anni per mancanza di risorse umane ed economiche, pregiudicando fortemente le potenzialità del reparto stesso. Il Commissario ha potuto constatare come in effetti a fronte di minimi interventi il servizio potrebbe essere riattivato e garantire una funzionalità ottimale del reparto di chirurgia.
Il Sindaco ha, in sostanza, manifestato l’auspicio che in tempi rapidi e compatibilmente con il piano di riorganizzazione aziendale, l’Ospedale di Fondi possa riacquistare la funzionalità raggiunta prima della gestione Marrazzo, con particolare riferimento ai servizi di laboratorio analisi, radiologia e l’area dell’emergenza nel suo complesso, che diventano essenziali per il buon funzionamento di tutti i reparti ospedalieri.
Il Sindaco ha inoltre rappresentato le sue forti perplessità sulla proposta di recente adozione da parte della precedente gestione ASL, con la quale – rispetto al decreto Polverini, nel quale l’Ospedale di Fondi è stato classificato “Ospedale per acuti” – è stata proposta una diversa organizzazione della sanità provinciale, con interventi che di fatto depotenziano il  San Giovanni di Dio. Tale provvedimento ha rappresentato l’ultimo atto da parte della precedente dirigenza ASL, di espressione di centro-sinistra, che ha di fatto penalizzato e depotenziato l’Ospedale di Fondi. Tale politica è stata portata avanti, in maniera costante, negli ultimi cinque anni. Il Sindaco ha tenuto a rappresentare l’attuale stato in cui versa l’Ospedale di Fondi, conseguente alla recente gestione, certamente non lungimirante, della ASL provinciale. Dallo statu quo si dovrà dunque ripartire per raggiungere nel prossimo futuro una più efficiente gestione sanitaria di cui si avvantaggeranno i cittadini del nostro comprensorio.
La vista in Ospedale è stata anche l’occasione per far constatare direttamente al Commissario Straordinario le difficoltà evidenziate nelle scorse settimane da numerosi utenti relativamente all’accesso al Servizio territoriale per la tutela della salute mentale e la riabilitazione in età evolutiva – Tsmree, problematica per la quale il Sindaco De Meo in seguito ad un sopralluogo aveva già avuto modo di rilevarne le disfunzioni. Pertanto su precisa sollecitazione del Sindaco, il Commissario si è impegnato a risolvere prontamente la problematica, decidendo di far intervenire l’area tecnica per procedere ad un intervento di messa in sicurezza dell’accesso al centro sia agli utenti sia ai mezzi di assistenza dei locali servizi.

Comments are closed.

h24Social