GAETA: PROCESSO MAIONE, IL TRIBUNALE SI RISERVA SULLE INTERCETTAZIONI

Seconda udienza di fronte al Tribunale collegiale di Latina, presidente De Angelis, per il 50enne gaetano Aldo Maione, arrestato nell’aprile scorso a Formia con l’accusa di estorsione. Nella giornata di ieri sono stati ascoltati la persona offesa, la fidanzata, la figlia dell’imputato, l’ex moglie dell’imputato, il consulente incaricato di vagliare le registrazioni. Il Tribunale proprio su queste si è riservato, su eccezione della difesa, in quanto nessuna di queste è stata ancora periziata. Confermate in ogni caso le accuse seppure, afferma l’avvocato difensore Massimiliano Cesare Fornari «è un’estorsione zoppa» in quanto la vittima non avrebbe risposto pienamente alle istanze dell’accusa. Il rinvio è fissato al 13 gennaio. Nel frattempo la difesa proporrà una nuova istanza di scarcerazione per l’imputato.

Comments are closed.

h24Social