GEMELLAGGIO CON SOMERVILLE. GIOVEDI’ SEI STUDENTI PARTIRANNO PER GLI USA

Proseguono le attività del progetto Serapo (Student Excange Representative Abroad Program Opportunity), scambio culturale e didattico tra i ragazzi di Gaeta e Somerville, cominciato nel 2008 per volontà dei Sindaci Antonio Raimondi e Joseph Curtatone.

Giovedì 18 Novembre partiranno per gli Stati Uniti tre studenti del Liceo Fermi ed altrettanti dell’Istituto Caboto accompagnati da un’insegnante, scelti dai Dirigenti scolastici sulla base di alcuni requisiti, tra cui il merito, per un soggiorno di 2 settimane durante le quali entreranno in contatto con la realtà scolastica, sociale, culturale di Somerville, città con una forte presenza gaetana.

“I ragazzi avranno l’occasione per visitare le grandi e famose università di Boston, così come molto importante sarà il contatto con le famiglie americane che ospiteranno i nostri ragazzi in un’ottica di interscambio che porterà, ad aprile 2011, alcuni studenti americani a Gaeta presso le case dei nostri studenti – spiega l’Assessore alla Pubblica Istruzione Salvatore Di Ciaccio – Con questo progetto stiamo dando nuovo impulso al rapporto istituzionale con Somerville coinvolgendo concretamente le nuove generazioni e gli Istituti Scolastici grazie alla proficua collaborazione dei Dirigenti Di Tucci e Fantasia”.

“Anche la città di Somerville e l’High School, diretta da Mr. Tony Ciccariello originario di Gaeta, hanno avuto un ruolo attivo nel progetto e con loro abbiamo concordato un programma intenso di attività che coinvolgeranno gli studenti ed apporteranno un contributo utile alla loro formazione didattica e culturale – prosegue Di Ciaccio – Altra particolarità di questo progetto consiste nella giusta distribuzione dei costi e degli impegni tra le varie componenti, cioè famiglie, scuole e Comuni. Nonostante le difficoltà economiche che interessano anche Somerville, abbiamo individuato una formula compatibile che ci sta permettendo di proseguire il cammino che Raimondi e Curtatone hanno immaginato e stiamo concretamente realizzando”.

“Siamo soddisfatti di aver riempito di contenuti il gemellaggio con Somerville, un’iniziativa utile ed importante per i giovani di Gaeta. Può sembrare, in un momento come questo, una cosa poco importante ma in realtà è un investimento sulla crescita culturale della città: un’esperienza all’estero consente di aprire la mentalità attraverso il confronto attivo e costruttivo con idee diverse – aggiunge il Sindaco Ramondi – Per questo motivo, nonostante le immancabili critiche di chi non sa cosa ci sia al di là del proprio naso, continueremo a puntare su questo gemellaggio e a dare sostanza anche a quello con Frontignan e al Patto di Amicizia e Cooperazione con la città di Betlemme, importantissimo centro religioso e culturale del Medio Oriente”.

Comments are closed.

h24Social