SANTI COSMA: GETTAVANO RIFIUTI NEL GARIGLIANO, IERI IL PROCESSO

Scaricavano calcinacci, pneumatici e inerti nel fiume Garigliano. Rinviata a novembre 2011 l’escussione dei militari che nel 2006 denunciarono una nota azienda agricola di S.Cosma e Damiano per i reati di discarica non autorizzata e di smaltimento su zona soggetta a vicolo paesaggistico. I carabinieri del nucleo di Formia che in quel periodo stavano effettuando dei controlli sugli argini del fiume Garigliano, avevano rinvenuto sulla riva destra, una discarica a cielo aperto in cui figuravano rifiuti speciali e pericolosi derivanti da demolizioni insieme a veicoli e pneumatici. L’udienza, che si è tenuta ieri mattina nelle aule del tribunale di Latina sezione distaccata di Gaeta, davanti al giudice Rosanna Brancaccio e al pm Vito Pasquariello, ha visto la comunicazione del mero rinvio al difenore Gianfranco Testa causata dall’astensione che sta riguardando questa settimana, gli avvocati del foro di Latina.

You must be logged in to post a comment Login

h24Social
[ff id="2"]