ELIPORTO: PIENA DISPONIBILITA’ MA NECESSITA L’INTEGRAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE

“L’Amministrazione Comunale di Cisterna di Latina è assolutamente aperta verso progetti che possano dare respiro e rilancio alle attività produttive e turistiche della città”.
Così esordisce il sindaco Antonello Merolla a proposito del progetto di realizzare un eliporto a Cisterna di Latina. Ma aggiunge una serie di precisazioni necessarie al decollo dell’iniziativa.
“In merito all’ubicazione di un eliporto a Cisterna, l’Amministrazione, nella persona del sindaco, non ha mai espresso, né in via ufficiale, né in incontri con  i responsabili della richiesta, una non disponibilità ad esaminare il progetto. Anzi. Nei pochi incontri tenutisi, si è cercato di capire con loro quale potesse essere la giusta strada da seguire, per portare a realizzazione il progetto.
Decisioni su progetti di tale importanza meritano di essere esaminati con dovizia e attenzione, sintomo di responsabilità e buon senso,  che non significa però non sostenere le attività proposte.
Qualche dubbio che ha generato incertezza è sorto all’amministrazione comunale per via dei metodi utilizzati per la presentazione di un progetto di tale portata”.
Merolla ripercorre così le tappe della vicenda.
“Il 3 settembre scorso è pervenuta una richiesta da parte della società Travel Air dove si fa specifica richiesta di ubicare un eliporto all’interno dell’area ex Good Year, pur essendo perfettamente a conoscenza delle difficoltà oggettive del sito. A seguito di ciò, vi è stato un primo incontro del sindaco con la società in questione,  nel quale l’Amministrazione ha dato la massima disponibilità, fornendo ai responsabili anche la piantina dei terreni di proprietà del comune situati dietro lo stabilimento ex Good Year.
Successivamente, mercoledì 20 ottobre, viene consegnata a questa Amministrazione un ulteriore proposta ma questa volta da una società diversa, la Blue Air srl.
In entrambi le richiesta non vengono in alcun modo presentate le rispettive società ad esempio la compagine societaria, capitali sociali, referenze bancarie, cioè la solidità della società che non mettiamo in dubbio.
Inoltre non c’è nessun tipo di analisi ad esempio sulla ricaduta occupazione, sull’esistenza o meno di eventuali contratti o commesse, su protocolli già esistenti o da fare con enti di aviazione o turistici, ecc..
Da qui la richiesta di una integrazione che ad oggi non è stata ancora ricevuta.
Credo che sia questo il giusto atteggiamento che un’oculata amministrazione debba tenere di fronte ad una simile proposta, vale a dire la possibilità di poter consultare una documentazione dettagliata del progetto al fine di poterlo adeguatamente esaminare ed approvare. Pertanto ribadisco la completa disponibilità dell’amministrazione nei confronti dell’eliporto, peraltro ho già manifestato personalmente a Maurizio Papaverone”.
“Quindi – conclude il Sindaco – se c’è veramente la volontà di realizzare tale struttura a Cisterna è opportuno che si integri la documentazione finora prodotta e sarà mia cura organizzare incontri tecnici e politici per arrivare nel più breve tempo possibile alla decisione del caso”.

Comments are closed.

h24Social