TERRACINA: LIBERO PROFESSIONISTA E “PUSHER”, ARRESTATO DALLA GUARDIA DI FINANZA

Nel corso di una autonoma attività info-investigativa, finalizzata alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, i militari appartenenti alla Tenenza della Guardia di Finanza di Terracina, venivano a conoscenza che tale M.C., libero professionista del posto, aveva nella propria disponibilità imprecisati quantitativi di sostanze stupefacenti.

Per appurare quanto confidenzialmente appreso, in data 15/10/2010 venivano predisposte delle pattuglie al fine di individuare il soggetto e sottoporlo a controllo.

Alle ore 23:30 circa veniva individuato ed accompagnato presso gli uffici del reparto operante il “pusher terracinese”.

Giunti in caserma, veniva eseguita una perquisizione personale che terminava con esito negativo.

Grazie all’acume investigativo dei militari operanti, che notavano un atteggiamento sospetto dell’arrestato ed alle notizie raccolte nei giorni precedenti, si decideva di procedere a perquisizione domiciliare ai sensi e per gli effetti dell’art. 103 del d.p.r. 309/1990, presso l’abitazione sita in Terracina (LT).

Ten. BORDI

La perquisizione terminava col sequestro di circa gr. 23,000 di sostanza stupefacente del tipo cocaina ed un bilancino elettronico di precisione.

Pertanto, M.C. veniva tratto in arresto ai sensi dell’art. 380, comma 2, lett. h), C.P.P., per violazione all’art. 73, comma 1-bis, del D.P.R. nr. 309/1990.

Delle operazioni poste in essere veniva data comunicazione telefonica al magistrato di turno, Dott. Gregorio Capasso, Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Latina, il quale disponeva la traduzione dell’arrestato presso la Casa Circondariale di Latina.

Le indagini proseguono, al fine di appurare i canali di approvvigionamento dello stupefacente.

Comments are closed.

h24Social