PATTO REGIONALIZZATO: 300 MILIONI PER COMUNI E PROVINCE

Trecento milioni di euro per il Patto di stabilità regionalizzato. Ad annunciarlo, in conferenza stampa, il presidente della Regione, Renata Polverini, e l’assessore al Bilancio, Stefano Cetica. Sono già 113 i comuni, su 124, oltre alle cinque Province del Lazio, che hanno aderito al Patto regionalizzato.  “Il Patto regionalizzato- ha spiegato Polverini- consente di sostenere, dunque, le problematiche dell’economia territoriale attraverso pagamenti che altrimenti non potrebbero essere effettuati, visti gli stringenti vincoli della normativa nazionale. Una novità assoluta in campo nazionale – ha aggiunto – che se fosse stato adottato lo scorso anno, il territorio avrebbe beneficiato di una maggiore capacità di spesa pari a 231 milioni di euro”. L’ assessore Cetica ha ricordato come “altre regioni di tutta Italia abbiano chiesto al Lazio informazioni sul patto per poterlo applicare anche sui loro territori”. Soddisfatto anche l’assessore agli Enti locali, Pino Cangemi, il quale ha rimarcato che “nonostante le difficoltà i comuni hanno capito lo sforzo di questa amministrazione, questa politica porterà grandi risultati e soprattutto una regione più vicina ai piccoli comuni”. Ai 300milioni di euro del patto regionalizzato si aggiungono altri 54 milioni di euro per i piccoli comuni, quelli con una popolazione al di sotto dei 5 mila abitanti. Dei 54 milioni destinati invece ai 250 piccoli comuni del Lazio, 34 milioni di euro sono relativi al 50% dei residui passivi per spese di investimento, 2 milioni di euro sono relativi al 100% dei residui passivi per spese correnti, 10 milioni relativi a tutte le fatture al di sotto dei 5 mila euro pari all’elaborazione di 500 mandati al giorno a favore di 4 mila creditori. E ancora, 8 milioni di euro (dei 54 complessivi per i piccoli comuni) sono destinati ai comuni capofila dei distretti socio-sanitari: dei 21 comuni quello di Aprilia riceverà la somma maggiore, pari a oltre 1,2 milioni di euro. A questi fondi si aggiungono inoltre altri 8,5 milioni di euro che la Regione mette a favore dei consorzi di bonifica per le spese del personale, 3,2 milioni di euro relativi ai trasferimenti agli enti che hanno stabilizzato le Lsu e 1,4 milioni di euro a beneficio dell’associazionismo impegnato nella lotta alla droga.

Comments are closed.

h24Social