FALSA VENDITA DI IMMOBILI, IN MANETTE 5 PERSONE

Proponevano l’acquisto di appartamenti, sotto costo rispetto al valore di mercato, facendosi versare una somma di denaro a titolo di acconto che non veniva mai restituita agli aspiranti acquirenti. Una truffa stimata in circa 30 milioni di euro, che ha visto coinvolte 300 persone, è stato scoperta nel corso di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli e condotte dalla Guardia di Finanza di Afragola. Gli agenti della guardia di finanza hanno eseguito un’ordinanza d’arresto nei confronti di 5 persone, emessa dal gip del Tribunale di Napoli.

In manette sono finiti tre napoletani, Luca Ponticelli, Rosario Sorbo, e Gianpaolo Meligrana; Domenico Palma di Civitavecchia e Gerardo Cosenza, di Minturno. Secondo quanto accertato nel corso delle indagini, che sono durate circa due anni, a capo dell’organizzazione c’erano Ponticelli e Sorbo, le vittime del raggiro sono stati centinaia di privati, professionisti e imprenditori. Persone che avevano perseguito il sogno di una vita, a costo di grandi sacrifici, e che invece si sono ritrovati truffati ed impossibilitati a perfezionare gli acquisti.