LATINA: LITIGA CON LA CONVIVENTE, FORMIANO ARRESTATO DALLA VOLANTE

comissariato-polizia-squadra-volantiIntorno le 20.30 di ieri giunge al 113 l’allarme per una violenta lite in una abitazione di Latina. Immediatamente gli uomini del 2° Nucleo dell’U.P.G.S.P.- Squadra Volante si portano in via Virgilio, dove appena giunti notano una donna, che a cavalcioni sul davanzale di una finestra, urla minacciando di gettarsi nel vuoto. Mentre alcuni agenti della Polizia di Stato si portano velocemente all’ingresso dell’abitazione, l’altro equipaggio sul posto tenta di dissuadere la donna dal compiere l’insano gesto. In effetti la giovane dopo aver parlato con gli operatori della Polizia di Stato si ritira all’interno della casa. Nel frattempo,  gli altri agenti giunti all’ingresso dell’abitazione trovano la porta chiusa dall’interno, da dove giungono le urla di uomo. Questi grida che la donna, ora armata di coltello, sta minacciando di uccidersi. Mentre tutto ciò, accade gli uomini del secondo equipaggio scavalcano la finestra ed entrano nell’appartamento. Giunti all’interno notano realmente la donna sdraiata a terra che armata di coltello si sta tagliando le vene dei polsi. Immediatamente un agente riesce a prenderle il coltello evitando così che possa ferirsi ulteriormente. Nello stesso momento l’uomo che era all’interno della cucina dell’abitazione, aggredisce violentemente a calci e pugni l’altro agente. Solo grazie all’aiuto degli altri operatori, che nel frattempo erano entrati anche loro  nella casa, l’uomo viene bloccato. Identificato per G. L., nato a Formia il nel ’63, dopo aver avvisato l’A.G. l’uomo è stato arrestato per resistenza, aggressione e lesione a P.U. La donna portata in ospedale è stata giudicata guaribile in dieci giorni. Gli agenti aggrediti dall’uomo, sono stati medicati anche loro presso l’ ospedale ed hanno riportato lesioni e traumi di vario genere.

Comments are closed.

h24Social