MONITORAGGIO DEI CITTADINI EXTRACOMUNITARI A FONDI

commissariato-fondiIl personale del Commissariato di P.S. di Fondi, nella mattinata di ieri 20 agosto 2010 nel corso di un mirato servizio rivolto al controllo e monitoraggio dei cittadini extracomunitari  sul territorio di Fondi, in piena sinergia con la Polizia Locale del Comune di Fondi, sono state intensificate le attività operative con predisposti dispositivi nella zona Pedemontano e tratti del litorale di competenza, dove sono state segnalate situazioni di degrado ed abbandono stante la numerosa presenza di stranieri che solitamente bivaccano soprattutto nelle ore serali e notturne sulle spiagge nonchè in prossimità delle strutture ricettive della zona, creando disappunto ed allarme sociale tra i villeggianti.
Anche lo scorso anno infatti, il commissariato, raccordandosi con la Polizia Locale per quanto di  competenza, è intervenuto in quei luoghi per il controllo degli immigrati che sovente nel periodo estivo si riversano nelle aree pubbliche demaniali segnalate (prive di ogni servizio necessario per la civile convivenza e vivibilità) creando a volte disagio tra la popolazione. Il Comune di Fondi tramite la Società di gestione del servizio di smaltimento e raccolta rifiuti si sta adoperando per la bonifica delle aree interessate destinandole nuovamente al pubblico utilizzo.
Durante i servizi, tra l’approvazione generale dei cittadini presenti in loco, si è proceduto dapprima alla verifica dei documenti in possesso dei singoli soggetti identificandone dieci e successivamente sono stati elevati 5 verbali di illecito amministrativo per il mancato possesso della licenza di vendita di giochi da spiaggia ed oggettistica in genere, il tutto di scarso valore commerciale e tra l’altro, non in conformità con le norme CE, la somma dei verbali ammonta a circa 25.000 euro ed il valore della merce è di circa 15.000 euro. Nel contempo, sono intervenuti due mezzi pesanti del Comune per il trasporto della merce sequestrata, liberando l’area demaniale.
Tra i fermati, tre cittadini di nazionalità marocchina sono stati pertanto condotti negli uffici del Commissariato di Polizia per gli adempimenti di rito nonché per il controllo tramite il sistema AFIS per la verifica di eventuali precedenti di polizia.

All’esito degli accertamenti, uno di essi è stato accompagnato per i provvedimenti di competenza presso l’Ufficio immigrazione della Questura di Latina, mentre un altro straniero E. A. di anni 31 del Marocco,   risultato inosservante all’ordine di espulsione del Questore di Latina del 2009,  è stato tratto in arresto e come disposto dal P.M. di turno resterà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per la direttissima che si celebrerà oggi presso il  Tribunale di Latina.

Comments are closed.

h24Social