SIMULA VIOLENZA PER VENDETTA. ARRESTATA USURAIA STRANIERA

commissariato-fondi4Nel corso dell’ attività di controllo del territorio, di prevenzione e di contrasto alle attività delittuose in genere, intensificata dal Questore di Latina in concomitanza con la stagione estiva, il  personale dipendente della Squadra Volante  del  Commissariato di P.S. di Fondi, si è recato presso l’Ospedale di Fondi dove èra stata segnalata una persona indiana di sesso femminile vittima di un’aggressione da parte di due connazionali ubriachi ed armati di coltelli i quali, avendola trovata in casa da sola, l’avevano minacciata e tentato di abusare di lei.
Da una prima ricostruzione dei fatti accaduti, la storia sembrava subito poco plausibile in quanto la donna presentava sì ferite agli avambracci ma non corrispondenti a lesioni da taglio e probabilmente  procurate in maniera autolesionistica, forse con le unghie.
Inoltre, dagli accertamenti di polizia giudiziaria effettuati, sono stati ascoltati  gli indiani indicati dalla donna, come presunti autori, che ribaltavano con le loro dichiarazioni quanto affermato dalla stessa. Infatti, si riusciva a mettere in luce, che essendosi conosciuti a seguito di un prestito di danaro che un indiano, per necessità di salute, aveva richiesto alla donna (nota nell’ambiente come prestatrice di soldi), invocando la restituzione di quanto anticipato, la stessa, si era recata unitamente al marito ed al figlio a casa dell’indiano per ottenere la restituzione del prestito. Il connazionale però, aggiungeva di aver  già ottemperato a tanto, restituendo non solo i 200 euro originari, ma bensì fino a 800 euro di interessi, non contenta la donna ne pretendeva ancora altri 200, che al momento l’indiano non aveva con sé.
Da tale fatto ne nasceva una discussione con minacce ed insulti,  la donna davanti agli amici dell’indiano sembrerebbe aver gridato:”ORA TE LA FACCIO PAGARE- TI ROVINO IO”.
L’indiano in questione quindi decideva di sporgere querela negli uffici di P.S., nei confronti della donna.
Quindi, dopo una non facile ricostruzione dell’episodio accaduto, a seguito degli accertamenti di polizia giudiziaria svolti, veniva deferita alla Procura della Repubblica di Latina l’indiana K.N. 35 anni ed il  marito S.R. di 49,  poiché dovranno rispondere di concorso in: USURA AGGRAVATA – MINACCE e quant’altro il P.M. procedente ravviserà dagli atti.
Sono in corso ulteriori indagini per accertare il “giro d’usura” posto in essere dalla donna e familiari nel mondo degli extra comunitari (sfruttando lo stato di bisogno degli stessi lavoratori), nonché accertamenti  sull’identità e documenti di questi.

Comments are closed.

h24Social