CISTERNA E VENTOTENE, OPERAZIONE ANTIABUSIVISMO, DENUNCIATE 4 PERSONE

carabinieribigOperazione antiabusivismo della Polizia Locale di Cisterna di Latina, svolta in collaborazione con i carabinieri della stazione di Borgo Podgora.
L’operazione ha portato alla denuncia a piede libero di tre persone per violazione dei sigilli apposti su manufatti precedentemente oggetto di sequestro, e realizzazione di una nuova costruzione.
Alle prime luci dell’alba, il Vice-comandante Onorio Mazzoli, insieme ad altri 5 istruttori di Polizia Locale, congiuntamente a cinque militari del Comando Stazione Carabinieri di Borgo Podgora, coordinati dal maresciallo Matteo Antonio Cobuccio, nel quadro di una sinergica azione di controllo del territorio volta alla prevenzione di comportamenti illeciti, hanno accertato che in tre abitazioni site in località Sant’Ilario erano stati violati i sigilli posti su alcuni manufatti abusivamente costruiti, adeguando gli stessi a scopo abitativo.
Nel corso dei controlli è emerso che una di queste abitazioni era stata adibita a ricovero di cittadini extracomunitari di origine indiana. Gli operanti si sono trovati di fronte a due stanze dai requisiti igienico-sanitari pessimi dove erano accalcati undici indiani, alcuni dei quali non in regola con la normativa sull’immigrazione. Un vero e proprio alloggio di fortuna con un’improvvisata cucina; bagno e doccia all’esterno.
Gli stranieri sono stati accompagnati presso la stazione CC di borgo Podgora dove sono stati sottoposti agli accertamenti di rito, fotosegnalati e successivamente accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione della Questura di Latina. Delle indagini susseguenti si stanno ancora occupando i militari dell’Arma.
Le abitazioni oggetto delle violazioni accertate erano state realizzate abusivamente da cittadini di etnia rom, ed erano già state oggetto di  informative all’Autorità Giudiziaria.
Nel corso degli accertamenti, è emerso un nuovo abuso edilizio posto in essere da uno degli indagati. Il manufatto, onde impedire che il reato commesso venisse portato ad ulteriori conseguenze, è stato posto immediatamente sotto sequestro giudiziario.
“È necessario – sottolinea il Comandante Luciano Bongiorno – continuare la positiva sinergia che abbiamo attuato con il Comando Stazione Carabinieri di B.go Podgora, al fine di contrastare i crescenti fenomeni di comportamenti illeciti”.

Abusivismo anche a Ventotene, l’8 marzo 2010,  alle ore 12.00 circa,  i Carabinieri  della locale Stazione, nel corso del servizio di controllo del territorio, finalizzato alla repressione dei reati sull’abusivismo edilizio, hanno denuncato  S. A., 56enne del luogo, operaio.
L’uomo, in assenza di titoli concessori, realizzava un manufatto successivamente sottoposto a sequestro.

Comments are closed.

h24Social