INAUGURATA A FONDI LA SCUOLA REGIONALE PER LE AUTONOMIE LOCALI

stemma_regione_lazioÈ stata inaugurata a Fondi la Scuola Regionale per le Autonomie Locali, che avrà sede presso la prestigiosa Villa Cantarano.
“Legalità, sviluppo, ambiente, valori umani e scelte politiche sono congiunti in modo inestricabile – ha detto in quest’occasione Raniero De Filippis, direttore del Dipartimento Territorio della Regione Lazio, che ha fortemente voluto l’apertura della Scuola – Il buon governo di un territorio per essere tale deve essere integrale: deve saper coniugare sviluppo e tutela ambientale, deve saper accompagnare tutti e ciascuno verso il benessere”. “La Scuola Regionale per le Autonomie Locali promossa dal Dipartimento Territorio della Regione Lazio e dalla Fondazione Rete Servizi Territoriali (Re.se.t.) – ha quindi concluso il direttore De Filippis – sarà un presidio di crescita professionale per tutti gli operatori della P.A., una piattaforma didattica per il comprensorio e per tutta la regione un laboratorio di innovazione e buone pratiche”.
Il presidente della Fondazione Re.se.t., già presidente dell’Anci Lazio, Francesco Chiucchiurlotto, ha dal canto suo sottolineato che la Scuola Regionale per le Autonomie Locali, fra le altre cose, si occuperà di formazione e aggiornamento professionale rivolti ai vigili urbani e al personale tecnico dei comuni e degli altri Enti locali. “La Scuola – ha terminato il presidente di Re.se.t. – formerà i dipendenti delle amministrazioni locali sulla legislazione regionale, sulle politiche di Welfare, sui temi ambientali e dello sviluppo economico con spirito multidisciplinare e dovrà promuovere a partire da questo contesto la buona amministrazione”.
L’evento è stato anche l’occasione per illustrare il primo modulo formativo messo in cantiere dalla Scuola Regionale per le Autonomie Locali. Tre lezioni sui temi dell’ambiente e lo sviluppo rivolte a tutti gli amministratori e funzionari degli Enti Locali. Tre giornate alle quali parteciperanno importanti esperti del settore che rappresentano un momento di approfondimento e scambio di esperienze per promuovere una cultura ambientale orientata allo sviluppo sostenibile del territorio regionale.
Il primo appuntamento in agenda è per 13 aprile, quando sarà discusso il delicato rapporto tra tutela dell’ambiente e infiltrazioni della malavita. Il 23 aprile sarà dedicato alle tensioni che si generano sul territorio nella risoluzione dei problemi ambientali e nella progettazione delle opere pubbliche. Il 30 aprile, infine, il ciclo seminariale si concluderà con una lezione sulla gestione del patrimonio pubblico agro-silvo-pastorale.
Le tre lezioni si svolgeranno presso le aule di Villa Cantarano a Fondi e avranno il patrocinio della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale (Sspal):

Programma Provvisorio delle Lezioni:
– 13 aprile 2010, ore 10.00 – 13.30. Il bello e il brutto: l’ambiente e l’illegalità;
– 23 aprile 2010, ore 10.00 – 13.30. L’ambiente conteso: risoluzione dei conflitti e governo del territorio;
– 30 aprile 2010, ore 10.00 – 13.30. La gestione del patrimonio pubblico agro-silvo-pastorale: problemi e prospettive

Comments are closed.

h24Social