***videonotizia***IL PARACADUTISTA CHE DIVENNE SINDACO

httpvh://www.youtube.com/watch?v=dnm9DudJMEk

 

il paracadutista che divenne sindacoIl “Percorso della Memoria” intrapreso dal Presidente della Provincia, Armando Cusani, all’indomani del conferimento della Medaglia d’Oro al Merito Civile al Gonfalone dell’Ente ha compiuto una nuova e significativa tappa, nella giornata del 25 giugno 2009 ad Itri si è ricordato la figura di Domenico De Spagnolis, Sottotenente del I Battaglione Arditi-Paracadutisti, decorato di Medaglia di Bronzo al valor Militare  e di due croci di guerra,  e reso omaggio alla cittadina aurunca insignita nei primi anni sessanta di Medaglia di Bronzo al Valor Civile con la seguente motivazione: “Colpita da numerosi bombardamenti aerei e da dure rappresaglie nemiche, sopportava con animo fiero ed imapvido le immani distruzioni di molti suoi figli”

Alla cerimonia, che ha avuto luogo in P.zza Incoronazione èra  presente, su delega del Presidente della Camera, l’Onorevole Antonio Mazzocchi, Questore della Camera dei Deputati. Assente per un lutto familiare il Presidente della Provincia, Armando Cusani, ma presente in sua vece il generale dei carabinieri in pensione dott.Aldo Lisetti, ed il sindaco della cittadina, Giovanni Agresti,  il Generale di Divisione, Vito Di Ventura, i parlamentari e i consiglieri regionali della provincia e le maggiori Autorità civili e militari.stele-bronzo-itri

Gli onori nel corso della cerimonia sono stati resi da un reparto costituito dalla Fanfara della Legione Allievi della Guardia di Finanza di Bari, dalla Bandiera d’istituto e da una compagnia composta da finanzieri allievi mare dell’8° Corso della Scuola Nautica della Guardia di Finanza.

Anche per questa cerimonia la Provincia ha individuato la figura di un militare quale anello di congiunzione con le vicende della popolazione locale. La Provincia vuole, in tal modo, colmare un vuoto nella storia  dei nostri paesi colpiti dalla guerra. Pochi conoscono, infatti, cosa accadde ai giovani, dei Paesi della Provincia di Latina, chiamati alle armi e inviati sui vari fronti di combattimento.
 

On. Antonio Mazzocchi

On. Antonio Mazzocchi

Il Sottotenente Domenico De Spagnolis, oltre a due croci di guerra e altre onorificenze civili è decorato di Medaglia di Bronzo al Valor Militare con la seguente motivazione: “Volontario per una rischiosa missione di guerra, veniva aviolanciato nelle retrovie nemiche. Alla testa di un nucleo di patrioti eseguiva numerosi, audaci colpi di mano contro presidi e linee di comunicazione dell’avversario, infliggendogli gravi perdite ed intralciandogli gravemente in miovimenti. Partecipava volontariamente ad alcuni fatti d’arme durante uno dei quali rimaneva ferito distinguendosi per aggressività e sprezzo del pericolo. Zona di Vittorio Veneto, 9 marzo – 1° Maggio 1945.

Alla figura del Sottotenente De Spagnolis la Provincia ha dedicato una stele in bronzo, della Fonderia Marinelli di Agnone, che, montata su un blocco di marmo bucciardato di circa 2.600 chili, costituirà un monumento all’interno dell’area dedicata al Monumento ai caduti.

Insieme a De Spagnolis la Provincia vuole rivolgere il proprio omaggio alla storia contemporanea di Itri, dove tantissime persone persero la vita (solo il 12 dicembre 1943 morirono 60 persone nella distruzione del Mulino Mancini) in 56 bombardamenti aerei e 14 navali prima che i fanti dell’88 Divisione americana Blue devils, il 19 maggio 1944, liberassero il paese.

Comments are closed.

h24Social