INCIDENTE MORTALE A SANTO JANNI DI FORMIA, LA PROCURA APRE UN INCHIESTA

*Ugo Buco*

La Procura della Repubblica di Latina ha aperto un’inchiesta, con l’ipotesi di reato di omicidio colposo, in merito al gravissime incidente stradale in cui ieri pomeriggio, poco dopo le 16, ha perso la vita, all’altezza dell’incrocio di S.Croce tra la statale Appia e l’inizio della Superstrada per Cassino, Ugo Buco, di 55 anni, di Formia. Il magistrato titolare delle indagini è il sostituto procuratore Nicola Bontempo che, a quanto pare, vuole accertare eventuali responsabilità sulla dinamica del sinistro a causa del quale è deceduto Buco. In quest’ottica questa mattina la Procura di Latina ha nominato il dottor Filippo Milano, il medico legale che dovrà effettuare, presso l’obitorio del cimitero di Castagneto, l’autopsia sul cadavere del motociclista che lascia la moglie e due figli. Anche la famiglia della vittima vuole capire cosa sia veramente successo nominando un legale di fiducia, l’avvocato Pasquale Cardillo Cupo, ed un perito di parte che prenderà parte all’esame autoptico, il medico legale Carmine Forcina. Buco ieri si trovava in sella alla sua potente moto “Honda Cbr” che, proveniente da Scauri, si scontrava con un’Opel Corsa che, condotta da una donna di 50 anni di Formia, stava per completare la manovra di immissione nel tratto iniziale della superstrada per Cassino. Quanto si è verificato lo stanno accertando gli agenti del distaccamento di Formia della Polizia Stradale, chiamati, con l’apporto di alcuni testimoni oculari, ad appurare eventuali responsabilità penali. L’impatto tra la Honda e l’Open era stato devastante e per Buco, che indossava il casco protettivo, non c’era stato nulla da fare: aveva cessato di vivere nell’urto contro il cofano anteriore dell’utilitaria, un decesso avvenuto tragicamente davanti la sua abitazione che stava peraltro raggiungendo. E non è stato un caso che a prestargli i primi ed inutili soccorsi sono stati i suoi familiari, tra questi la madre e la moglie le cui grida di disperazione hanno affiancato il drammatico intervento dei sanitari del 118. Figlio di Francesco, consigliere comunale a Formia per l’ex partito Repubblicano a cavallo degli anni ottanta e novanta, Ugo Buco stava cercando di trovare un futuro più roseo ad una esistenza caratterizzata da non pochi guai. Questa tragedia ha confermato, come non mai, come siano impellenti gli interventi promessi e parzialmente realizzati per migliore la viabilità all’incrocio di S.Croce tra l’Appia e la superstrada per Cassino. Un comitato di cittadini continua a sollecitare da tempo il miglioramento della circolazione veicolare alla periferia orientale di Formia, i comunicati stampa ai diversi livelli sono sempre pieni di annunci ma la gente continua a morire. Purtroppo.

***ARTICOLO CORRELATO***(-video- incidente mortale a santo janni di Formia – 4 luglio 2012 -)
 
 

Categorie : cronacaFormianotizie per città

Tags: