RICETTAZIONE E FALSITA’ MATERIALE, PATTEGGIA A UN ANNO 26ENNE CAMPANO

Ha patteggiato la condanna ad un anno di reclusione e al pagamento di una multa di 300 euro ed è tornato oggi in libertà C.D.A., il giovane di 26 anni di Casal di Principe arrestato mercoledì con le accuse di ricettazione e falsità materiale. D.A., assistito dall’avvocato Vincenzo Macari, aveva cercato, utilizzando una carta d’identità falsa, di aprire presso l’ufficio postale di via Vitruvio a Formia un libretto di risparmio e versare un assegno bancario di 1800 euro rubato ai danni di un uomo di Gaeta le cui generaltà anagrafiche comparivano sul documento di riconoscimento riproducente la sua foto. Il Pm aveva chiesto la convalida dell’arresto ma il giudice unico Rossana Brancaccio ha autorizzato la richiesta di pattaggiamento avanzata dal 26enne di Casal di Principe.

***ARTICOLO CORRELATO*** (Formia, 26enne in manette per ricettazione – 13 giugno -)

Categorie : cronacaFormiagiudiziarianotizie per città

Tags: