SEZZE, ACQUALATINA AUMENTA IL FLUSSO IDRICO FORNITO ALLA DONDI S.P.A. E CHIEDE IL PAGAMENTO DELLE PROPRIE SPETTANZE

A seguito di formale richiesta pervenuta dal sindaco di Sezze Andrea Campoli, motivata da una grave carenza idrica che da alcuni giorni sta interessando gli abitanti di alcune zone del comune di Sezze, causata dal malfunzionamento degli impianti gestiti dalla Dondi S.p.A., Acqualatina S.p.A. ha deciso, temporaneamente e in via del tutto eccezionale, di aumentare il flusso idrico fornito alla Dondi S.p.A.

“Tale decisione – sottolineano da Acqualatina – conferma l’impegno e il senso di responsabilità, peraltro già più volte dimostrato, che Acqualatina ha sempre tenuto nell’ambito del rapporto che la lega alla Dondi S.p.A. in particolare e a tutti i cittadini del comune di Sezze in generale nonostante il perdurare del grave stato di morosità del gestore idrico del Comune di Sezze che continua a non corrispondere alcunché alla nostra Società per l’acqua pur allo stesso regolarmente fornita”.

“Proprio nel rispetto di tale senso di responsabilità – prosegue la nota – Acqualatina S.p.A., ha, quindi, deciso di concedere, in via temporanea, il richiesto aumento del flusso idrico per non incidere ulteriormente sulle esigenze e necessità di tutti i cittadini di Sezze che, d’altro canto, subiscono disservizi per inadempimenti altrui. In ogni caso si ribadisce che, come ovvio, tale senso di responsabilità non potrà sicuramente essere dalla nostra Società mantenuto all’infinito essendo Acqualatina ugualmente responsabile di un pubblico servizio di primaria importanza nei confronti di tutti gli altri cittadini dell’ATO4 Lazio meridionale. Di conseguenza, atteso che gli sforzi effettuati da Acqualatina, tesi ad un’ipotesi di soluzione del problema, allo stato attuale non hanno prodotto alcun effetto nemmeno con l’autorevole intervento di S.E. il Prefetto, nei prossimi giorni, ove non intervenissero sviluppi della vicenda, la Società opererà senza indugio la riduzione del flusso idrico inizialmente annunciata. La riduzione garantirà comunque  il livello di volumi d’acqua previsti per il Comune di Sezze dal Piano Regolatore Generale Acquedotti (PRGA) della Regione Lazio. Acqualatina, nel rammaricarsi di essere eventualmente costretta ad attuare una soluzione del genere, auspica che anche tutte le altre parti in causa (Dondi S.p.A. e Amministrazione comunale di Sezze) dimostrino concretamente, con iniziative risolutive del problema, lo stesso senso di responsabilità fino ad oggi dimostrato, esclusivamente e concretamente, solo dalla nostra Società”.

Categorie : attualitàlazionotizie per cittàSezze

Tags: