Interventi a favore di cittadini con gravissima disabilità: pubblicato il bando

I destinatari degli interventi previsti dall'avviso sono le persone residenti nei Comuni del Distretto LT4 in condizione di disabilità gravissima

Interventi a favore di cittadini con gravissima disabilità: pubblicato il bando

Il Comune di Fondi ha reso noto che in data odierna è stato pubblicato dal Distretto Socio Sanitario LT4 (Campodimele, Fondi, Lenola, Monte San Biagio, San Felice Circeo, Sperlonga e Terracina) l’Avviso pubblico relativo a interventi socio assistenziali in favore di persone in condizione di disabilità gravissima (Decreto Interministeriale 26/9/2016 – Deliberazione della Giunta Regionale n. 104 del 7/3/2017).

Sulla base e nei limiti delle risorse finanziarie provenienti dalla Regione Lazio il Distretto Socio Sanitario LT4 attiva i suddetti interventi al fine di: favorire, ove possibile, la permanenza nel proprio ambiente di vita delle persone in condizione di disabilità gravissima; evitare fenomeni di isolamento e il ricorso forzato a percorsi di istituzionalizzazione; supportare il nucleo familiare dell’assistito nella condivisione del carico assistenziale ed emozionale; implementare la rete di sostegno e aiuto alle persone in condizione di disabilità gravissima e al nucleo familiare; migliorare la qualità della vita delle persone in condizione di disabilità gravissima e dei familiari che prestano loro assistenza; rafforzare l’integrazione socio sanitaria in risposta ad un bisogno complesso.

Distretto sanitario LT4

I destinatari degli interventi previsti dal suindicato Avviso pubblico sono le persone residenti nei Comuni del Distretto LT4 in condizione di disabilità gravissima, ivi comprese quelle affette da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) e quelle con stato di demenza molto grave, tra cui quelle affette dal morbo di Alzheimer in tale condizione. Gli interventi socio assistenziali in favore di persone in condizione di disabilità gravissima previsti dal presente avviso sono: assegno di cura (contributo economico finalizzato all’acquisto di prestazioni rese da personale qualificato scelto direttamente dall’assistito e dalla famiglia); contributo di cura (contributo economico finalizzato al riconoscimento e al supporto della figura del caregiver familiare, quale componente della rete di assistenza alla persona e risorsa del sistema integrato); budget di sollievo (contributo economico, riservato ai beneficiari del contributo di cura, per la sostituzione temporanea del caregiver familiare nel caso di interventi di sollievo programmati e/o di emergenza).

Il richiedente, all’atto della presentazione della domanda, deve essere in possesso di una valida attestazione ISEE socio sanitario riferita al nucleo familiare in cui è presente il beneficiario. La domanda per l’accesso agli interventi socio assistenziali deve essere presentata, utilizzando l’apposito modulo, all’Ufficio Servizi Sociali del proprio Comune di residenza, che provvederà a trasmetterla all’Ufficio di Piano del Distretto Socio Sanitario LT4. E’ possibile presentare la domanda anche presso il PUA D di Fondi o di Terracina, che provvederà a trasmetterla all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di residenza. La domanda può inoltre essere presentata per via telematica attraverso il Sistema Informativo del Sociale (SIS) del Distretto Socio Sanitario LT4, raggiungibile dal seguente link: www.fondi.retedelsociale.it

Nella fase iniziale, la domanda potrà essere presentata entro e non oltre il 10 Ottobre 2018. Dopo la pubblicazione della prima graduatoria degli ammessi agli interventi socio assistenziali, la domanda potrà essere presentata in qualsiasi momento dell’anno.

Per la documentazione da presentare unitamente all’istanza si rimanda all’Avviso pubblico, l’Ufficio di Piano pubblicherà sul portale internet  www.distrettosociosanitariolt4.it, nella specifica sezione riservata ai servizi, la graduatoria distrettuale delle pratiche i cui beneficiari sono ammessi agli interventi socio assistenziali. La graduatoria degli ammessi sarà redatta in ordine decrescente dei punteggi attribuiti con la Scheda per la Valutazione Multidimensionale delle persone con Disabilità (SVaMDi). A parità di punteggio precederà in graduatoria il beneficiario che avrà il valore dell’ISEE socio sanitario o dell’ISEE minorenni più basso.

Dopo la pubblicazione della prima graduatoria sarà possibile presentare nuove domande per coloro che non hanno presentato la domanda entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso.

Comments are closed.

H24@SocialStream