Esposto all’amianto e vittima del dovere rischia di perdere la casa

Esposto all’amianto e vittima del dovere rischia di perdere la casa

Da anni porta avanti una battaglia per tutelare e difendere le persone che sono state esposte all’amianto. Non ha bisogno di presentazioni Antonio Dal Cin che questa volta si è trovato a fronteggiare una situazione diversa ma comunque grave e complessa. A darne notizia è proprio l’Ona attraverso il suo notiziario. Di che si tratta? In buona sostanza Antonio ha dovuto fare i conti anche con una azione esecutiva promossa da un istituto di credito, che però non ha nulla a che vedere con Antonio, del tutto estraneo al debito. L’abitazione in cui vive l’ex militare della Guardia di Finanza (ricordiamo che l’esposizione all’amianto mentre era in servizio gli ha procurato l’asbestosi ndr) ha rischiato di perdere la casa che sarebbe stata venduta il prossimo 11 settembre. “Notti insonni  -si legge sul notiziario dell’Ona –  trascorse con la paura di restare in mezzo ad una strada con la moglie malata di sclerosi multipla e due bambini in tenera età. Stessa condizione per sua sorella Nadia, due figli, di cui una minorenne. Antonio e Nadia proprietari dell’immobile, per un cavillo risultano proprietari per il 75%, per l’altro 25% debbono ottenere una Sentenza di usucapione”.

L’intervento dell’avvocato Ezio Bonanni ha però evitato il peggio. Il legale si è rivolto al Giudice evidenziando la situazione reale e la vendita è stata bloccata. Ma resta comunque un grande paradosso che ancora una volta una vittima del dovere ha subito sulla propria pelle e su quella della sua famiglia.

 

Comments are closed.

H24@SocialStream