Formia, la Lega chiede l’inserimento della clausola sociale negli appalti comunali

'Auspichiamo non solo che venga inserita la clausola per il reintegro dei lavoratori ma che il Comune eserciti il controllo sul rispetto della stessa'

Formia, la Lega chiede l’inserimento della clausola sociale negli appalti comunali

“Nei prossimi mesi scadranno molti appalti importanti che riguardano il Comune e auspichiamo non solo che venga inserita la clausola sociale per il reintegro dei lavoratori ma soprattutto che il Comune eserciti il controllo sul rispetto della stessa”.

E’ quanto si legge nel comunicato diffuso a mezzo stampa dal gruppo consiliare della Lega Formia, per mezzo dei consiglieri Antonio Di Rocco e Nicola Riccardelli.

Antonio Di Rocco

“Tale clausola prevede che “al fine di garantire i livelli occupazionali esistenti, si applica la clausola sociale di riassorbimento del personale dell’appaltatore uscente, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 50 del D.lgs. 50/2016 e dalla contrattazione collettiva vigente e, in generale, in conformità con quanto espresso dall’AVCP ora ANAC in materia (da ultimo: pareri sulla normativa 18 luglio 2013 n.39, 13 Luglio 2013 n. 25, 13 marzo 2013 n.n. 19 e 20 – parere precontenzioso 23 Aprile 2013 n. 63), in riferimento ai vigenti contratti d’appalto. L’Appaltatore si impegna, pertanto, ad assumere il personale già alle dipendenze dell’attuale impresa appaltatrice destinato al servizio oggetto dell’appalto, nel rispetto degli obblighi previsti dal vigente contratto collettivo nazionale del lavoro di categoria.”

Il sindaco di Formia Paola Villa

Sono diverse decine le famiglie in apprensione per la scadenza degli appalti del Comune, si tratta di lavoratori che in alcuni casi lavorano anche da più di 15 anni con le ditte che danno servizi al Comune e che hanno acquisito una professionalità e delle competenze preziose e difficilmente sostituibili.

Si tratta dei servizi compresi nell’ex contratto capestro di Global Service che prevede servizi di ordinaria e straordinaria amministrazione nelle scuole, sistemazione delle strade, per le pulizie dei locali del Comune, per la cura del verde ma anche la gara sulla gestione dei parcheggi (in proroga) oltre che della postalizzazione delle multe. Quest’ultima nonostante sia già conclusa e assegnata non ha ancora previsto il dovuto riassorbimento del personale ma come sta operando la ditta vincitrice senza personale? Il servizio viene pagato dal Comune? Il Capitolato è rispettato? Ci sono offerte migliorative proposte che sono al momento disattese? Il Direttore d’esercizio sta monitorando il tutto e se si con quali esiti?

Per questi motivi chiediamo al Sindaco in primis di inserire la clausola sociale come ben fatto sulla gara delle pulizie indetta qualche giorno fa ma soprattutto di esercitare il controllo successivo. Intanto l’Onorevole Conte, presidente della Commissione Trasparenza, ha già convocato una prima commissione in una data inusuale ma sicuramente efficace: 10 agosto alle ore 10.00″.

Comments are closed.

H24@SocialStream