“Una pista ciclabile per Fondi”, la strada tracciata da Fare Verde

Le possibilità di un nuovo bando milionario per la mobilità sostenibile sottoposte all'amministrazione comunale

“Una pista ciclabile per Fondi”, la strada tracciata da Fare Verde

La sezione fondana di Fare Verde bussa all’amministrazione comunale per battere sulla mobilità sostenibile. E sui cospicui finanziamenti annessi.

“La nostra associazione ambientalista, da sempre impegnata nella difesa dell’ambiente e per la sensibilizzazione dei cittadini, con un particolare sguardo rivolto alle giovani generazioni, ha segnalato nei giorni scorsi all’amministrazione comunale una grande ed interessante possibilità. Parliamo del nuovo bando promosso da Anci, Istituto per il Credito Sportivo e Federazione Ciclistica Italiana, in scadenza il prossimo 2 luglio, che prevede l’assegnazione di contributi per la costruzione o la ristrutturazione di piste ciclabili. Dedicata ai Comuni italiani, la gara mette a disposizione 50 milioni di euro a tasso zero. Una bella iniziativa da non lasciarsi sfuggire, e l’occasione buona per il nostro territorio di arricchirsi di strutture adeguate a far crescere ed incentivare l’utilizzo della bicicletta, in nome di una mobilità sostenibile che può portare in ogni singola città solo vantaggi e benefici in termini di salute pubblica e ambiente.

Un momento dell’incontro

Per questo Fare Verde ha inoltrato una comunicazione al sindaco De Meo, agli assessori Muccitelli (Ambiente e Viabilità), Di Manno (Lavori Pubblici) e Spagnardi (Urbanistica), al fine di chiedere un interessamento del Comune ed un incontro nel quale affrontare la questione. E nella serata di ieri, lunedì 9 aprile, Fare Verde ha avuto il piacere di approfondire l’argomento in una riunione con diverse associazioni e cicloamatori fondani. Un confronto sicuramente costruttivo che ha evidenziato il desiderio di intraprendere un percorso condiviso per chiedere con sempre maggiore forza una pista ciclabile per la città di Fondi.

L’Istituto per il Credito Sportivo, con il protocollo d’intesa sottoscritto il 5 febbraio 2018 con Anci e Federciclismo, ha messo a disposizione degli enti locali 9 milioni di euro di contributi per abbattere totalmente gli interessi di 50 milioni di euro di mutui a tasso fisso, della durata di 15 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31 dicembre 2018, destinati, come già esposto in precedenza, a finanziare investimenti su piste ciclabili, ciclodromi e le loro strutture di supporto. Il progetto si chiama ‘Comuni in pista – #sullabuonastrada’. Ogni Comune ha la possibilità di ricevere fondi per un massimo di 3 milioni di euro, cifra che può essere raddoppiata se a presentare domanda è una cosiddetta Unione di Comuni, più Comuni in forma associata, un Comune capoluogo, una Città metropolitana o una Provincia. Ciascun ente locale ammesso potrà godere del totale abbattimento degli interessi, su uno o più mutui, sino all’importo massimo complessivo di 3 milioni di euro che raddoppia a 6 milioni di euro se il beneficiario è un’Unione di Comuni o Comuni in forma associata, un Comune capoluogo, una Città metropolitana o una Provincia”.

Comments are closed.