Pallamano, L’HC Fondi si prepara alla trasferta dal sapore di A1

Pallamano, L’HC Fondi si prepara alla trasferta dal sapore di A1

Sembra una rimonta impossibile, ma in effetti non lo è. Proprio per questo le ambizioni dell’HC Fondi sono ancora giustificatissime e per di più, quell’ambìto terzo posto nella Poule Promozione, che dà diretto accesso alla A1 a girone unico della prossima stagione, passa proprio per l’auspicata vittoria di sabato prossimo.

I rossoblù, infatti, proprio questo sabato, sono chiamati ad una trasferta da dentro o fuori in quel di Cologne, contro il Metelli. Si tratta di un match importantissimo, perché per via della brutta sconfitta di uno, proprio in casa contro i bergamaschi nel girone di andata. Una non vittoria, farebbe dimenticare i sogni di promozione, rinviando tutto agli spareggi del mese prossimo.

Come disse mister Giacinto De Santis qualche settimana fa, si tratta di finali, “ogni partita per noi è una finale”. Perché dopo la trasferta di Cologne ci sono altre due gare casalinghe da non sbagliare (con Siracusa e Padova) e poi l’ultima gara esterna con il Trieste, la quale, paradossalmente potrebbe arrivare già all’ultima del girone con in tasca il secondo posto, e dunque la sicura presenza nella massima seria a della prossima stagione.

Infatti, proprio l’HC Fondi, ancora nel pieno dei festeggiamenti per i suoi cinquant’anni di storia, nonostante ormai da diversi anni milita del massimo campionato italiano, per via della riforma di questi, non gioca nel girone unico da tanti e tanti anni. Due presenze storiche in quei campionati che hanno permesso ai fondani di sfidare compagini quali Bolzano, Trieste, Rovereto eccetera. Stiamo parlando dei campionati del 1979-‘80 e quello del 1988-’89; l’inesperienza nel primo caso e un po’ di sfortuna nel secondo hanno portato i rossoblù a retrocedere dopo solo un anno sull’Olimpo della pallamano. Sogno, che a Fondi si cerca di ripercorrere, ovviamente per sfatare una maledizione, quella dell’immediata retrocessione.

Comments are closed.