Latina Calcio, occorre altro tempo per chiudere l’inchiesta

Latina Calcio, occorre altro tempo per chiudere l’inchiesta

Occorre altro tempo per chiudere l’inchiesta sul Latina Calcio, partita da una serie di presunti reati fiscali e societari, alla base della cosiddetta operazione “Starter”, e approdata, dopo la dichiarazione di fallimento della società, a un’ipotesi di bancarotta. Il consulente a cui i pm Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro hanno affidato l’incarico di ricostruire tutte le operazioni contabili compiute dal e attorno al club nerazzurro ha chiesto altro tempo.

Un’inchiesta in cui, tra gli altri, sono indagati gli ex presidenti Pasquale Maietta, Paola Cavicchi e Antonio Aprile.

L’anno scorso intanto la Corte di Cassazione ha confermato il sequestro di oltre due milioni di euro compiuto nel novembre 2016 dalla Guardia di finanza nell’ambito proprio di “Starter”, respingendo il ricorso di Cavicchi e dei figli, Fabrizio e Roberta Coletti, a cui è stata sequestrata parte della somma.

Per gli inquirenti vi è stata una gestione impropria di alcune società prossime alla decozione/liquidazione quale veicolo per il passaggio di fondi di natura incerta e/o illecita tra diverse persone fisiche e/o giuridiche ed aventi quale destinatario finale la società sportiva, attorno alla quale sarebbe poi stata consumata la bancarotta.

 

Comments are closed.

H24@SocialStream