L’associazione ‘Fare Verde’ inaugura a Formia le nuove capannine informative

L’associazione ‘Fare Verde’ inaugura a Formia le nuove capannine informative

Lascia solo ciò che vuoi trovare – leave only what you want to find” è il titolo dei pannelli che saranno esposti stabilmente a Vindicio e a Gianola sorretti da delle capannine di legno. La prima sarà sistemata al suolo dagli operai del Comune giovedì 19 aprile 2018 alle ore 12, via Tito Scipione 1, località Vindicio-Formia.

Rifiuti sulla spiaggia di VIndicio

I pannelli sono uno dei frutti del progetto Il progetto “La comunicazione sociale sull’ambiente” nato dalla collaborazione dell’associazione ambientalista Fare Verde con l’Istituto  di Istruzione Superiore Liceo “Cicerone Pollione” di Formia (LT) all’interno del percorso di alternanza scuola lavoro nell’a/s 2016/2017 e ha visto impegnati  molti volontari e cinque studenti  del Liceo Linguistico.

Per l’occasione ci sarà un’inaugurazione alla quale parteciperanno i soggetti che hanno realizzato, patrocinato e sostenuto il progetto: rappresentante dell’Ass. Fare Verde, Il SubCommissario Dott. Quarto del Comune di Formia, Raphael Rossi Amministratore Unico della Formia Rifiuti Zero,  il Direttore Giorgio del Marchis  e il Geometra Cristiano Assaiante del Parco dei Monti Aurunci, il Dirigente Scolastico Pasquale Gionta del Liceo “Cicerone Pollione” di Formia con gli studenti.

Due capannine saranno sistemate a Gianola, all’inizio e alla fine del Lungomare Città di Ferrara e due capannine a Vindicio, all’inizio e fine di Via Tito Scipione. I pannelli sono identici tranne per la foto sullo sfondo,  personalizzate per Gianola e per Vindicio. I pannelli bilingue, Italiano e inglese, suggeriscono le buone pratiche, comportamenti corretti e vietati da tenere in spiaggia e sul litorale. Inoltre pongono l’accento sul problema ormai di rilevanza internazionale delle macro e microplastiche, situazione che affligge anche i nostri mari.

Filtri dei depuratori e plastica trovati sulla spiaggia di Vindicio

Fare Verde denuncia la presenza delle plastiche in mare da decenni, grazie al lavoro  di pulizia dei litorali svolto durante l’iniziativa nazionale “Il Mare D’inverno” giunta ormai alla sua XXVI edizione.

“Da un semplice progetto di alternanza scuola-lavoro, e nato spontaneamente il desiderio di una maggiore presenza di informazione e sensibilizzazione al cittadino, stanziale e turista, che gode del nostro litorale, proprio per rendere più evidente la presenza delle Istituzioni contro il degrado e la maleducazione che talvolta riscontriamo. Questa è la prima installazione fissa a Formia riguardante la Comunicazione Ambientale fuori da un’area protetta. Noi volontari di Fare Verde pensiamo che le  istituzioni dovrebbero essere sempre in prima linea a dare il buon esempio e attivi in una comunicazione esplicita e diretta al cittadino o ai giovani futuri cittadini, al fine di trasmettere la volontà e l’importanza della tutela del proprio territorio” commenta Marianna Gambino, responsabile dell’educazione ambientale per Fare Verde a Formia.

 

SEGUI LE NEWS DI H24NOTIZIE SU FACEBOOK (clicca qui)

 

A PAGINA 2 – ALTRE INFO SUL PROGETTO “La comunicazione sociale sull’ambiente”

Pagina: 1 2

Comments are closed.

H24@SocialStream