Formia, Fare Verde inaugura i pannelli informativi sul lungomare

Formia, Fare Verde inaugura i pannelli informativi sul lungomare

“Si è svolta a Vindicio l’inaugurazione delle capannine contenenti i pannelli per la tutela ambientale promossi dall’associazione Fare Verde.

Lascia solo ciò che vuoi trovare – leave only what you want to find” è il titolo dei pannelli che sono stati installati stabilmente sul lungomare di Vindicio e di Gianola sorretti da delle capannine di legno prodotte dalla falegnameria del Parco degli Aurunci, finanziate dalla Formia Rifiuti Zero, patrocinate dal Comune di Formia.  Un progetto “La comunicazione sociale sull’ambiente” nato dalla collaborazione dell’associazione ambientalista Fare Verde con l’Istituto  di Istruzione Superiore Liceo “Cicerone Pollione” di Formia (LT) all’interno del percorso di alternanza scuola lavoro nell’a/s 2016/2017 e ha visto impegnati molti volontari e cinque studenti  del Liceo Linguistico.

Una bella giornata di sole, partecipata e condivisa nei suoi valori e scopi di tutela del territorio. Hanno partecipato per Fare Verde il responsabile Regionale per il Lazio Silvano Olmi e il referente di Formia Marianna Gambino, Il Sub Commissario Dott. Quarto del Comune di Formia, Raphael Rossi Amministratore Unico della Formia Rifiuti Zero,  il Direttore Giorgio De Marchis  e il Geometra Cristiano Assaiante del Parco dei Monti Aurunci, il Dirigente Scolastico Pasquale Gionta del Liceo “Cicerone Pollione” di Formia con tutti gli studenti della 4AL ed in particolar modo quelli che hanno partecipato al progetto di alternanza. C’è stato un vero taglio del nastro da parte del Sub Commissario Dott.Quarto, un nastro verde come Fare Verde e blu come il mare, mantenuto da due studentesse. I pannelli bilingue, Italiano e inglese, suggeriscono le buone pratiche, comportamenti corretti e vietati da tenere in spiaggia e sul litorale. Inoltre pongono l’accento sul problema ormai di rilevanza internazionale delle macro e microplastiche, situazione che affligge anche i nostri mari e il nostro Golfo. Ci sono stati gli interventi di tutti i soggetti interessati che hanno posto l’accento sulla buona riuscita dell’iniziativa, sulla presenza congiunta di più soggetti e sulla fondamentale importanza della istruzione e dell’ educazione ambientale nelle scuole e nelle piazze. Il nostro impegno come adulti deve essere per le future generazioni le quali fruiranno dei benefici ma anche dei danni che noi arrechiamo oggi all’ambiente.

“Il futuro è dei più piccoli” diciamo noi di Fare Verde come anche le risorse che usiamo senza pensare alla loro scarsità e importanza. Gli slogan/messaggi “rifiuti zero” o “rispetta l’ambiente rispetta te stesso” sono quindi indirizzati agli adulti e ai ragazzi,  sui quali continua l’impegno di tanti volontari e associazioni per diffondere un valore condiviso di tutela non solo del proprio territorio ma di tutto il loro mondo. Si ringrazia la prof.sa di Raimo, responsabile dei progetti di alternanza per la sua determinazione e fiducia, della partecipazione di tutti i volontari e le associazioni amiche presenti come il Comitato Mamurra e Formia Turismo. Si ringraziano anche i professionisti che hanno partecipato a titolo di volontariato come Dario Ambroselli e Roberto Placido per le foto dei pannelli per Vindicio e per Gianola, Elisabetta De Murtas per la grafica.”

Comments are closed.

H24@SocialStream