Fondi, bagarre alla partita di calcetto femminile: interviene la polizia

Fondi, bagarre alla partita di calcetto femminile: interviene la polizia

(Un momento del match)

Animi talmente accesi che per ristabilire la calma sono dovuti intervenire a sirene spiegate i poliziotti. E tutto per una partita di calcio a 5 femminile: il connubio sport-adrenalina può fare brutti scherzi, a prescindere dal contesto.

I fatti domenica pomeriggio a Fondi, presso il palazzetto dello sport di via Mola di Santa Maria, dove era appena terminato il match tra Vis Fondi e Coppa d’Oro, valevole per la serie A2. Un match importante finito con una vittoria al fotofinish delle ospiti con una rete di scarto. A partita ormai chiusa, il via alla movimentata bagarre che ha poi portato all’intervento degli agenti del Commissariato di Terracina, supportati in un secondo momento da alcuni colleghi della Piana in borghese.

Discussioni, urla, parole grosse, forse qualche spintone. Tra i protagonisti, ognuno a suo modo, tifosi, dirigenti e qualche atleta, secondo le ricostruzioni a caldo degli operanti. Una vicenda riconducibile alla tensione del momento, ma anche a ruggini nate nella partita d’andata. Non meglio specificate questioni di “rispetto”. Cose che capitano, ad ogni livello. Se non fosse che la polizia è giunta in fretta e furia per una segnalazione allarmante: nella bagarre sarebbe spuntato un coltello, comunque non rinvenuto all’atto degli accertamenti.

Alla fine, una situazione andata a sgonfiarsi rapidamente, senza alcuna conseguenza. Attriti stemperati, tutti a casa o sotto le docce. Il bailamme, al netto di eventuali decisioni della federazione alla luce del referto arbitrale, si è chiuso con la polizia che si è limitata ad identificare poco più di dieci persone. “Nessun dirigente o atleta”, evidenziano dalla compagine della Piana.

Comments are closed.

H24@SocialStream