lucio-4Ancora una volta il grande cuore e la consueta disponibilità del Commendator Lucio Benacquista, Presidente della Benacquista Assicurazioni Latina Basket, permetterà di mandare in scena a Latina un evento importante dedicato alla solidarietà. Lo sport e il sociale viaggiano sempre di pari passo quando il Cavalier Benacquista scende in campo e, in questa occasione, i protagonisti saranno i giovani cestisti non udenti dei Gruppi Sportivi Ens di Latina e di Caserta.

L’appuntamento è fissato per sabato 21 aprile sul parquet della palestra dell’Istituto Vittorio Veneto di Latina (via Gioberti) dove alle ore 11:00 si alzerà il sipario su una partita amichevole tra due formazioni di cestisti non udenti. Un incontro che prelude alla partecipazione alle prossime finali del Campionato Italiano FSSI che si svolgeranno a Pesaro dal 4 al 6 maggio 2018.

Cav. Tommaso Zanda

L’incontro tra il club nerazzurro e il Gruppo Sportivo Ens Latina avviene quasi per caso lo scorso mese di marzo quando il Presidente dell’Associazione Dott. Giuseppe Gallo e il tecnico di basket Cav. Tommaso Zonda chiedono il sostegno del Commendator Benacquista per l’approvvigionamento di materiale sportivo che consenta alla squadra di prendere parte alla kermesse di Pesaro. L’invito è stato prontamente accolto dal numero uno in casa Latina Basket, che non si è limitato a far dono di divise, palloni e t-shirt, ma ha gettato le basi per interessanti progetti futuri mirati a dare visibilità e supporto al gruppo sportivo latinense e ai suoi giocatori non udenti.

Primo passo verso tali iniziative future è proprio l’aver organizzato l’incontro amichevole di sabato ospitando le due whatsapp-image-2018-04-18-at-08-20-02-1compagini nella palestra dell’Istituto Vittorio Veneto: «La solidarietà è fondamentale, aiutare i giovani, soprattutto se vivono una condizione di disagio, ritengo sia necessario e imprescindibile, sopratutto in ambito sportivo – dichiara il Cavalier Lucio Benacquista –  Desidero mostrare, ancora una volta, quanto lo sport sia importante nei rapporti interpersonali e quanto il basket, nello specifico, possa fare per eliminare indifferenza e pregiudizi. La partita di sabato sarà un’opportunità per far conoscere più da vicino, alla città di Latina, la realtà del basket tra non udenti, perché lo sport è fonte di valori di vita come la fratellanza e la solidarietà, forse troppo spesso dimenticati, oltre a fondarsi sui principi del sacrificio e della passione. Sarà, inoltre, un’occasione per premiare lo sport e avvicinare la cittadinanza a questa splendida realtà».