Ponte sul fiume Sisto: riunione tecnica presso la sede della Provincia

Ponte sul fiume Sisto: riunione tecnica presso la sede della Provincia

Nella riunione tecnica tenutasi in Via Costa sul “Ponte della SP Badino dal km 9+400 al km 9+450 sul fiume Sisto in Terracina”, convocata dal Presidente della Provincia di Latina Giovanni Bernasconi e che ha visto coinvolti la Prefettura di Latina, il Comune di Terracina, il Comune di Sabaudia, il 6° Regimento Genio Pionieri , la Capitaneria di Porto, la Regione Lazio – Area Infrastrutture – Area Concessioni – Area Vigilanza – Area Genio civile, è stato fatto il punto della situazione rispetto alle ipotesi progettuali a breve e a lungo termine per ristabilire il collegamento viario all’indomani della demolizione del ponte nella scorsa estate, dopo aver accertato la sua certificazione di non idoneità statica.

Il Presidente Bernasconi e i Sindaci dei Comuni di Terracina e di San Felice Circeo, nel comune intento di superare l’attuale criticità e disagio del territorio, anche in relazione all’approssimarsi della stagione estiva che vede riversarsi sella zona un notevole flusso di turisti, hanno ritenuto opportuno sottoscrivere un accordo per disciplinare lo svolgimento in collaborazione dell’attività di interesse comune che prevede la realizzazione di un ponte carrabile mobile con passerella pedonale in locazione nello stretto periodo necessario alla realizzazione del ponte da parte della Provincia, la cui copertura economica di circa 450.000 euro sarà a carico dei tre Enti.

Mentre a lungo termine la realizzazione del ponte definitivo sarà svolta dal Comune di Terracina che prenderà in carico la SP Badino riconoscendolo quale centro abitato, con emissione di apposita delibera di consiglio comunale, e acquisendola nel proprio patrimonio. Infatti, il tratto stradale della SP Badino ricadente nel Comune di Terracina già da tempo presenta le caratteristiche di centro abitato, così come definito al punto 8 art 3 del D.Lgs 285/1992 e smi (insieme di edifici ovvero raggruppamento continuo, ancorché intervallato da strada, piazze, giardini o simili, costituito da non meno di 25 fabbricati e da aree di uso pubblico con accessi veicolari o pedonali dalla strada) nonché quelli per procedere alla consegna del tratto di strada in questione secondo quanto stabilito al c. 4 art. 4 del DPR 495/1992 e smi che recita “I tratti di strade statali, regionali o provinciali, che attraversano i centri abitati con popolazione superiore a diecimila abitanti, individuati a seguito della delimitazione del centro abitato prevista dall’articolo 4 del codice, sono classificati quali strade comunali con la stessa deliberazione della giunta municipale con la quale si procede alla delimitazione medesima “ ovvero per essere consegnato al Comune di Terracina.

I rappresentanti dei tre enti inoltre si sono impegnati a riproporre una richiesta di co-finanziamento alla Regione Lazio, necessario alla realizzazione delle infrastrutture a breve e lungo termine.

SEGUI LE NEWS DI H24NOTIZIE SU FACEBOOK (clicca qui)

Comments are closed.

H24@SocialStream