Giovolley, a Cutrofiano sconfitta a testa alta

Giovolley, a Cutrofiano sconfitta a testa alta

Ha messo cuore e grinta, ma in questa circostanza purtroppo non sono bastati a evitare la sconfitta sul campo della capolista Cutrofiano. La Giovolley esce dal campo a testa alta, sapendo di aver fatto tanto e inchinandosi a una delle più forti squadre della serie B, che in casa ha sfoderato una delle migliori prestazioni, cosa che invece non è riuscito alla squadra di Aprilia, come nella gara di andata.

La squadra di Federici aveva preparato la partita molto bene, ma nei momenti focali, nel rush finale, non è riuscita come in altre circostanze a metter la zampata vincente, applausi alla Giovolley, ma ancor di più a Jessica Panucci che assieme alla Kostadinova ha disputato un match ad alto livello. Quarta sconfitta stagionale per Aprilia dopo 10 vittorie di fila, nonostante ciò Centi e compagne mantengono il secondo posto in classifica per la sconfitta di Altino sul campo di Isernia. Mentre avanza il Volleyrò. Sul match contro la Cuore di Mamma, Aprilia non ha iniziato nella miglior maniera, ritmo basso e cambiopalla a fasi alterne (16-10), ha fatto fatica a entrare e così le pugliesi si sono portate in vantaggio (25-17).

Secondo set decisamente con un altro piglio con le laziali che hanno tenuto testa grazie a un gioco ritrovato. Punto su punto fino alla fine, poi dal 22-20, si è passati al 23-22, ma Panucci ha messo a segno i punti decisivi (25-23). Terzo set fotocopia del precedente con la conclusione delle padrone di casa per 25-22. L’analisi del tecnico Tonino Federici. “Faccio i complimenti a Cutrofiano per come ha giocato e anche per come ci hanno accolto e l’organizzazione, purtroppo in questa partita non ci siamo espressi sui nostri livelli, ci è mancato qualcosa rispetto alle altre volte. Il nostro gioco non è stato fluido, ogni punto è pesato come un macigno, stavamo a pensare a quello non fatto piuttosto che alla palla messa a terra. Anche nel finale di set non siamo stati concreti. La battuta non è stata incisiva e loro con palla in testa hanno avuto vita facile nella costruzione. Un peccato, ripartiamo e pensiamo alle prossime gare. Un grazie ai tifosi che ci hanno sostenuto e alla società per la logistica”.

Comments are closed.