Erosione, Simeone (Fi): “Imprese turistico balneari in ginocchio”

Erosione, Simeone (Fi): “Imprese turistico balneari in ginocchio”

“La stagione turistico balneare nella provincia di Latina è non solo a rischio ma gravemente compromessa. A ridosso della apertura della stagione estiva il litorale, da Minturno a Latina è letteralmente scomparso. Intere strutture ricettive a Formia, Fondi, Latina e Sabaudia, solo per citarne alcune, sono state cancellate dalle mareggiate e da una erosione irreversibile anche a causa della totale mancanza di interventi per arginarla”Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

“Sono quotidiani gli appelli ad intervenire che riceviamo dagli operatori costretti ora a rimuovere a proprie spese le macerie dei propri stabilimenti, a vedersi negato il diritto di installare le attrezzature e di salvare le proprie aziende e l’unica fonte di reddito che deriva dalla stagione balneare estiva. Le ripercussioni sull’economia della provincia di Latina, che nel turismo estivo, trae una delle principali fonti di crescita rischia di subire perdite incalcolabili. Circa duecento stabilimenti rischiano di non poter aprire perché non c’è spazio per installare le attrezzature. Migliaia di posti di lavoro e il futuro di tantissime famiglie rischiano di morire nell’inerzia.”

“E Zingaretti tace seguendo lo stesso modo di agire che è stato il filo conduttore degli ultimi cinque anni di governo della Regione Lazio da parte del centrosinistra. Questa emergenza si poteva arginare. Ma anche rispetto alle decine di richieste ad intervenire che abbiamo avanzato in questi anni in consiglio regionale l’unica risposta ottenuta è stato il totale disinteresse, da parte del presidente Zingaretti, rispetto ad interventi di ripascimento e di contrasto preventivo all’erosione che potevano ma non sono mai stati attuati. Siamo al fine marzo e nessun provvedimento è stato assunto. Nessun intervento immediato programmato. Ci troviamo di fronte ad una realtà che è figlia, ancora una volta, della noncuranza di questa amministrazione regionale.”

“Quello che serve e con urgenza sono immediati interventi straordinari di ripascimento per garantire agli operatori balneari della provincia di Latina, e del Lazio, di non perdere l’unica certezza di reddito che dipende dai quattro mesi di stagione estiva. A questo si deve aggiungere una pianificazione attenta, comprensiva dei lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, degli interventi di contrasto all’erosione che possano evitare il ripetersi di queste emergenze negli anni a venire. Siamo vicini agli operatori e ci auguriamo che Zingaretti non resti con le mani in mano e agisca dimostrando che l’unica cosa che gli interessa non è il cambio di passo del Pd ma di una Regione che in cinque anni non è stato in grado di risolvere le criticità che stanno uccidendo settori chiave come il turismo, annientando le aziende, aumentando la disoccupazione e precludendo la competitività del sistema Lazio”.

Comments are closed.

H24@SocialStream