Chiude questa sera il rifugio per senza fissa dimora. Il comitato Cri Sud Pontino annuncia nuove iniziative

Chiude questa sera il rifugio per senza fissa dimora. Il comitato Cri Sud Pontino annuncia nuove iniziative

In occasione delle festività pasquali il presidente del comitato Cri Sud Pontino compie un primo bilancio delle attività appena concluse ed annuncia nuove iniziative. La diversificazione delle attività sul territorio del Basso Lazio registra una Croce Rossa impegnata nei settori socio – sanitari attraverso il doppio binario formativo ed operativo.

“È un momento particolarmente sentito da tutti i volontari – dichiara Emilio Donaggio – impegnati in queste settimane in un tour de force per garantire la prescritta assistenza sanitaria a decine di manifestazioni sportive, religiose e culturali. Li ringrazio ad uno ad uno insieme ai delegati delle sedi di Castelforte, Formia e Minturno ed ai responsabili di area che hanno permesso di raggiungere questo ed altri risultati. Croce Rossa cresce e si rigenera. Si sono appena chiuse le iscrizioni per il nuovo corso base. Dal 9 aprile un nuovo gruppo di aspiranti volontari, sarà formato sotto l’esperta guida della delegata di Area 1 Rita Esposito. Altrettanto importante è l’apertura dell’arruolamento nel corpo militare della Croce Rossa. Si tratta di un corpo ausiliario delle Forze Armate disponibile ad essere mandato in missione in caso di emergenze internazionali. Le candidature saranno raccolte presso il Comitato dal colonnello in congedo Costanzo Virgilio. Auspichiamo l’arruolamento di medici, infermieri, periti informatici, cuochi ed altre figure”.

Il Comitato Cri Sud Pontino è operativo nell’assistenza sanitaria, trasporto infermi, corsi primo soccorso scuole superiori (alternanza scuola lavoro presso il Liceo Classico Vitruvio Pollione di Formia ed Istituto Nautico Caboto di Gaeta), corsi rianimazione cardiopolmonare per palestre e società sportive, corsi di disostruzione pediatrica, distribuzione borsa viveri, distribuzione uova di Pasqua nelle sedi di Formia e Minturno, attività degli operatori del sorriso presso scuole e reparti degenza ospedaliera, attività di supporto presso il pronto soccorso del Dea Dono Svizzero di Formia. Una importante iniziativa nel settore dell’istruzione è stata presa recentemente dai giovani Cri. Sotto l’impulso del consigliere Andrea Capolino è stato organizzato un piccolo doposcuola rivolto a dare un sostegno formativo ai bambini delle famiglie in difficoltà.

Attività cardine è diventata da alcuni anni il rifugio per senza fissa dimora, allestito presso molo Vespucci. I container chiuderanno i battenti per l’ultima volta domani mattina, dopo tre mesi di servizio quotidiano che ha visto in prima linea il responsabile Enzo Sparagna e le collaboratrici Lavinia Soscia ed Elena De Filippo. “Abbiamo cercato anche quest’anno di ridare un volto a queste persone dimenticate da chi passa ogni giorno accanto facendo finta di non accorgersene. Nonostante un inverno particolarmente rigido, i volontari li hanno assistiti sui marciapiedi e nelle stazioni, confortandoli anche grazie alla base logistica del Camper Sociale. Ancora una volta è emersa una situazione inaccettabile di disagio a cui, dietro ripetute sollecitazioni, il Distretto socio – sanitario ha dato risposta autorizzando l’apertura del campo, avvenuta a metà gennaio. Certo quest’anno – conclude Donaggio – con le dimissioni del sindaco di Formia è venuto meno l’interlocutore politico, avendo il commissario un ruolo istituzionale”.

Lo stesso camper sarà utilizzato prossimamente per intervenire su un’altra emergenza, quella del gioco d’azzardo. Il progetto, ancora in fase di elaborazione, vede la collaborazione di comune di Gaeta, associazione Adra, Chiesa avventista, Fondazione Don Cosimino Fronzuto ed altri partner.

A PAGINA 2 – Il bilancio del presidente Cri Sud Pontino Emilio Donaggio

Pagina: 1 2

Comments are closed.