Cava dei veleni, il Tribunale libera tutto gli imputati

Cava dei veleni, il Tribunale libera tutto gli imputati

Tutti liberi gli imputati nel processo per la cava dei veleni scoperta dalla polizia stradale ad Aprilia. A deciderlo, a otto mesi di distanza dai 22 arresti disposti dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, è stato il Tribunale di Latina, che ha revocato le misure che costringevano alcuni degli imputati ancora ai domiciliari.

Una decisione presa accogliendo le richieste delle difese, rappresentate tra gli altri dagli avvocati Fabrizio D’Amico, Domenico Oropallo e Cesare Gallinelli, nonostante il parere contrario espresso in aula dal pubblico ministero Luigia Spinelli. Il processo, dopo che per gli arrestati è stato disposto il giudizio immediato e che il procedimento è stato inviato per competenza a Latina, è ancora nelle fase preliminare. Deve ancora essere dichiarata aperta l’istruttoria, ma già nella prossima udienza, fissata per il 17 maggio, potrebbero sfilare i primi testimoni.

Secondo gli inquirenti, ad Aprilia era stata costituita una vera e propria organizzazione criminale, che aveva trasformato una vecchia cava di pozzolana nei pressi della Pontina in una discarica illegale di rifiuti, anche tossici, e con tali accuse a luglio erano stati arrestati 22 indagati, 16 dei quali messi in carcere.

Comments are closed.

H24@SocialStream