Agroalimentare, boom dell’export del Lazio: + 5,8 % nei primi sei mesi del 2017

Agroalimentare, boom dell’export del Lazio: + 5,8 % nei primi sei mesi del 2017

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il Presidente di Unioncamere Lazio, Lorenzo Tagliavanti, hanno presentato, insieme agli assessori regionali all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Carlo Hausmann, e allo Sviluppo Economico e Attività Produttive, Guido Fabiani, il pacchetto di servizi di promozione e di internazionalizzazione per il settore agroalimentare laziale.

La novità, introdotta per il nuovo anno, sono i seminari di formazione per le imprese agroalimentari, di know-how indispensabile per l’esportazione dei propri prodotti, organizzati in collaborazione con Unioncamere Lazio, Arsial e LazioInnova presso le sedi delle Camere di Commercio nelle diverse province. Nel corso dell’evento sono state cinque le testimonianze dei produttori sulla loro esperienza di promozione agroalimentare con la Regione Lazio: l’Azienda agricola San Maurizio, (FR), la Cooperativa agricola Cincinnato, (LT), l’Azienda agricola Monte Jugo, (VT), la Pomodoro Torpedino, (LT) e la Tenuta Santa Lucia, (RI).

Negli ultimi 5 anni la Regione Lazio ha sostenuto con convinzione la promozione e l’internazionalizzazione del settore agroalimentare laziale con: 1) oltre 9,5 milioni di euro di investimenti; 2) più di 100 eventi nazionali e internazionali 3) oltre 400 aziende coinvolte. “C’è un boom dell’export del Lazio e sull’agroalimentare è confermato: nei primi sei mesi del 2017 c’è un aumento in Italia del 5,8 per cento, e nel Lazio del 15,4, il triplo di quello nazionale – ha spiegato Zingaretti – Abbiamo ripreso dunque a esportare il nostro buon cibo, buon vino e buon olio grazie finalmente a un sistema regionale che prima non c’era e oggi dà a tanti piccoli e medi produttori di eccellenze una opportunità in più. E’ una bella vittoria, e da oggi parte un’altra stagione. Abbiamo presentato questi corsi di formazione gratuiti per le aziende per migliorare la qualità di alcuni aspetti importanti dell’internazionalizzazione, dal packaging alla promozione. I seminari dureranno fino ai primi mesi del 2018, affinché nessun produttore si senta solo”.

Nel 2018 proseguirà l’impegno della Regione Lazio nel promuovere una presenza strutturale delle imprese laziali nei mercati mondiali, sostenendole con un articolato programma di interventi che spaziano dalla formazione alla presenza nelle principali fiere internazionali a strumenti di cofinanziamento per azioni di internazionalizzazione. A partire dagli ultimi mesi del 2017 e nel corso del 2018, le imprese laziali hanno a disposizione un ampio set di misure strutturate su tre linee di intervento:  Piano di internazionalizzazione/promozione – fiere nazionali e internazionali;  Seminari per l’internazionalizzazione del settore agroalimentare;  Bando di internazionalizzazione PROSPEX (Progetti strutturati di promozione dell’export.

 

Comments are closed.

H24@SocialStream
[ff id="1"]
[ff id="2"]