Incendi a raffica: a Lenola taglia di 5mila euro sui piromani

L'iniziativa dell'amministrazione comunale, che chiama a raccolta i cittadini. E si autotassa: il 20% sarà sborsato dal sindaco Antogiovanni e i suoi

Incendi a raffica: a Lenola taglia di 5mila euro sui piromani

“Contro gli incendi che stanno bruciando Lenola – fanno sapere il sindaco Andrea Antogiovanni e i suoi – l’amministrazione comunale chiede la collaborazione dei cittadini per fermare chi, in questi giorni, sta distruggendo il nostro patrimonio boschivo mettendo a rischio anche l’incolumità delle persone.

A tal fine, si propone un compenso di 5.000 euro a chi permette l’identificazione dei piromani fornendo le prove per l’incriminazione dei colpevoli. Resta inteso che il Comune si costituirà parte civile in tutti gli eventuali processi penali. Ogni cittadino è chiamato a collaborare per difendere il territorio dei loro padri e dei loro figli.

I responsabili di questi scempi devono essere puniti con la massima severità. Si ricorda che l’art. 423 bis del codice penale prevede la reclusione da quattro a dieci anni per chiunque cagioni un incendio boschivo.

A tal proposito, nella mattinata di lunedì, è stata convocata presso il comune una riunione operativa con tutte le forze presenti in campo per varare un piano coordinato. Il 20% della somma stanziata sarà a carico degli amministratori”.

Comments are closed.

H24@SocialStream
[ff id="1"]
[ff id="2"]