Crisi idrica, Scinicariello: “Necessità di ripensare un Ato più piccolo”

Crisi idrica, Scinicariello: “Necessità di ripensare un Ato più piccolo”

“Adesso la parola spetta alla politica, quella attente alle persone e non agli equilibri di filiera”. E’ il commento che il consigliere Emiliano Scinicarillo, a margine della manifestazione di sabato contro la crisi idrica affida al suo profilo facebook personale.

“Ho visto in piazza gente “arrabbiata”, ma che ha manifestato con compostezza e civiltà – scrive Scinicariello – Quanta gente ci fosse (per alcuni tanta, altri si attendevano maggior partecipazione) ha relativamente poca importanza. Hanno partecipato cittadini ed associazioni di altri comuni del Golfo, e lo hanno fatto a Gaeta. Una novità piacevole, che da un lato mi inorgoglisce come gaetano, dall’altro mi fa capire quanto sia necessario superare le effimere ragioni campanilistiche per ottenere risultati significativi.”

“Nel mio intervento – continua- ho ribadito la necessità di ripensare ad una gestione pubblica del servizio idrico, che non è quella pseudo-pubblica attuale, ed anche ad un ATO più piccolo, costituito dai comuni del sud-pontino, che avrebbero un’autosufficienza idrica invidiabile.”

Comments are closed.

H24@SocialStream
[ff id="1"]
[ff id="2"]