Melodie di Primavera, la prima rassegna melodica dei Monti Lepini

Melodie di Primavera, la prima rassegna melodica dei Monti Lepini

Fervono i preparativi per accogliere i gruppi che arriveranno a Priverno il 20 maggio per la serata inaugurale della rassegna polifonica “Melodie di Primavera” organizzata dal Coro Polifonico “Eùphonia” con il patrocinio dei comuni di Priverno, Maenza, Roccagorga, Roccasecca dei Volsci e Sonnino.

Cinque comuni “in coro” per Melodie di Primavera perché la rassegna farà tappa in ciascuno di questi paesi, presentando, di volta in volta, cori polifonici provenienti dal Lazio e dalle Marche.

Nela serata inaugurale al Castello di San Martino a Priverno avremo graditi ospiti: i gruppi polifonici Red&White e Ethos Ensemble diretti dal Maestro Sonia Sette, il Coro Polifonico “Città di Anagni” diretto dal Maestro Luigi Brandi e la Corale polifonica “Armando Antonelli” di Matelica (MC) diretta dal Maestro Cinzia Pennesi.

Spazio ai giovani con formazioni che hanno in essi la loro spina dorsale: “Red&White” e “Priverno Young Orchestra” sono l’esempio di come si possano aggregare i giovanissimi all’insegna della musica insegnando loro, oltre alla musica, anche quei principii tanto importanti per la civile convivenza.

La rassegna però continua sabato 27 maggio al Castello Baronale di Maenza e il 10 giugno al Palazzo Baronale di Roccasecca dei Volsci sempre alle 21,00; il 18 giugno a Sonnino e il 25 giugno al teatro comunale di Roccagorga alle 18.00. Questo incamminarsi sulle strade dei Monti Lepini fa di Melodie di Primavera un evento unico nel suo genere, che nasce con la volontà di aprire le mura del borgo (qualsiasi esso sia) verso il mondo pieno di idee e di persone, con quello spirito di accoglienza e collaborazione che dovrebbe essere la prerogativa delle persone civili.

Con questo spirito si sono messe all’opera anche le cinque amministrazioni comunali coinvolte che stanno lavorando affinché ciascuna serata di Melodie di Primavera sia un evento da ricordare per le belle sensazioni vissute, sia dai cantori che dagli spettatori.  

 

Comments are closed.

H24@SocialStream
[ff id="1"]
[ff id="2"]